060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Il Bastione Ardeatino tra storia e campagna romana. Passeggiate Romane
Data: 13/12/23

Orario

Mercoledì 13 dicembre 2023
ore 15.00

Via di Villa Pepoli, 2

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Viale di Porta Ardeatina
Zona: Quartiere Ardeatino (Roma sud)

Informazioni

attività e ingresso gratuito per tutti

Attività non adatta a persone con difficoltà motorie. Si consigliano calzature chiuse e comode.

Prenotazione obbligatoria allo 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 - 19.00).
In caso di disponibilità le persone possono aggiungersi anche il giorno stesso sul posto
Max 15 partecipanti.

Modalità di annullamento
In caso di impossibilità a partecipare all’attività prenotata, è necessario comunicare la disdetta tramite email al seguente indirizzo: disdetta.visite@060608.it (dal lun.al giov. ore 8.30 – 17.00/ ven. ore 8.30 – 13.30). In alternativa, è necessario chiamare il Contact Center 060608 (attivo tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 19.00)

Organizzazione: Sovrintendenza Capitolina in collaborazione con Zètema Progetto Cultura

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Descrizione

La visita al bastione fatto costruire da Antonio da San Gallo a partire dal 1437 offre oggi anche una bucolica visione di come doveva essere la campagna romana, oltre alle tracce delle demolizioni della Spina di Borgo del 1939.

L’itinerario inizia all’arco di accesso di via di Villa Pepoli per poi raggiungere il cancello dove inizia il sentiero che costeggia l’interno del tracciato delle Mura Aureliane. Dopo 200 metri inizia il Bastione costruito da Antonio da Sangallo nel 1437 su ordine di Papa Paolo III. Le mura vennero demolite per 400 metri. Lungo il percorso emergono cumuli di frammenti architettonici, alcuni di grandi dimensioni, esito della demolizione della cosiddetta Spina di Borgo nel 1939, allo scopo di liberare spazio per la nuova via della Conciliazione. Di particolare suggestione la costruzione delle casamatte della fortificazione, di cui è possibile intuire dall’esterno la struttura. Il percorso termina in prossimità della terza casamatta, da dove riemerge il tracciato originario delle Mura romane.

Visita a cura di Gianfranco Manchia e Stefania Valente.

Parole chiave