060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Mausoleo di Cecilia Metella – Castrum Caetani e Chiesa di San Nicola
Tipologia: Monumenti

Indirizzo

Indirizzo: Via Appia Antica, 161
Zona: Quartiere Appio Pignatelli (Roma sud)

Contatti

Orario

Aperto martedì, giovedì e domenica
Dal 1° ottobre al 31 ottobre dalle 9.00 alle 18.30.
Dal 1° novembre al 28/29 febbraio dalle 9.00 alle 16.30
Dal 1° marzo al 31 marzo dalle 9.00 alle 18.30.
Dal 1° aprile al 30 settembre dalle 9.00 alle 19.15.
Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura.
Chiuso il lunedì
Chiuso il 25 dicembre e 1 gennaio

Per aggiornamenti e le modalità di visita consultare il sito ufficiale.
> Info per la visita

Informazioni

> Biglietto Parco Archeologico dell'Appia Antica

Ingresso gratuito la prima domenica di ogni mese.

Accesso agli animali non consentito.

Convenzionato con

Roma Pass

Eventi in programma

Descrizione

Il Mausoleo di Cecilia Metella è uno dei luoghi simbolo della Via Appia Antica.
Questo monumento funerario costruito fra il 30 e il 10 a.C., che si staglia al III miglio della strada, circa 300 m a sud del complesso di Massenzio, impressiona ancora oggi il viaggiatore per la sua imponenza ed eleganza, che si aggiungono al fascino di essere stato riutilizzato in epoca medievale come torre di un castello ancora perfettamente conservato.

La tomba si presenta all’esterno come un alto cilindro rivestito da lastre di travertino, poggiante su un basamento quadrato di cui si conserva per lo più solo il nucleo cementizio in scaglie di selce. All’interno, una camera sepolcrale di forma conica aperta sulla sommità con un oculus,custodiva il corpo di una ricca matrona romana appartenente a una delle famiglie nobili più importanti del tempo e probabilmente nuora del famoso Marco Licinio Crasso, membro con Cesare e Pompeo del I triumvirato nel 59 a.C.

Visitare questo sito archeologico non significa solo poter accedere al sepolcro di Cecilia Metella, ma anche passeggiare fra le stanze del castello (castrum) fatto costruire all’inizio del XIV dalla famiglia Caetani. Questa acquistò le terre della località in cui sorgeva il monumento (chiamata Capo di Bove per il fregio con teschi di bue che decora il mausoleo) e fece erigere una cinta muraria con all’interno una chiesa, un palazzo e un torrione, quest’ultimo alzato sulla mole della tomba romana.

La parte abitativa della fortificazione, con i suoi tipici muri merlati e le belle finestre bifore, oggi ospita al proprio interno il “Museo dell’Appia”, una raccolta di statue, sarcofagi, iscrizioni e rilievi provenienti dalla Via Appia Antica e relativi ai ricchi monumenti funerari che vi si affacciavano.

Parole chiave

Servizi

» Accessibile ai disabili
» Libreria
» Visite guidate

All'interno di

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

Convenzionato con

Accoglienza › Servizi › Servizi turistici

Per saperne di più

Cultura e svago › Beni culturali › Musei
Data di ultima verifica: 22/03/23 11:09