060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Discover and buy tourist services, cultural offers and shows in Rome
You are in: Home » Events and shows » Guided tours and educational visits » Visita alla chiesa di S. Urbano alla Caffarella. Archeologia in Comune con interprete LIS
Date: 2024-06-15

Opening times

Sabato 15 giugno 2024
ore 11.15 con interprete LIS

Vicolo di S. Urbano (area parcheggio)

Held in

Address

Address: Via Appia Pignatelli, 65
Zone: Quartiere Appio Pignatelli (Roma sud)
A circa 1 km dall'inizio della via Appia Pignatelli, sulla sinistra si stacca il vicolo di S. Urbano che conduce alla chiesa di S. Urbano posta all'interno di una proprietà privata.

Information

attività e ingresso gratuito per tutti

Prenotazione obbligatoria allo 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00).
Massimo 20 partecipanti

Modalità di annullamento
In caso di impossibilità a partecipare all’attività prenotata, è necessario comunicare la disdetta tramite email al seguente indirizzo: disdetta.visite@060608.it (dal lun. al giov. ore 8.30 – 17.00/ ven. ore 8.30 – 13.30). In alternativa, è necessario chiamare il Contact Center 060608 (attivo tutti i giorni dalle ore 9.00 alle 19.00).

L'incontro prevede traduzione in Lingua dei segni italiana-LIS, grazie alla collaborazione del Dipartimento Politiche Sociali e Salute (Direzione Servizi alla Persona) e della Cooperativa sociale onlus Segni di Integrazione – Lazio. 
Le persone sorde possono prenotare anche tramite il servizio multimediale gratuito CGS Comunicazione Globale per Sordi di Roma Capitale - collegandosi al sito https://cgs.veasyt.com/ dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 18.30 e il sabato dalle ore 8.30 alle ore 13.30

Organizzazione Sovrintendenza Capitolina con Zètema Progetto Cultura

Modalità di partecipazione: Booking required

Contacts

Description

Tra il II ed il III miglio della Via Appia Erode Attico fece erigere un tempietto in laterizio dedicato a Cerere, all’imperatrice Faustina e nel quale pose una statua della moglie Annia Regilla morta in circostanze poco chiare ed incinta del quinto figlio.
Con interprete LIS

Annia, appartenente ad una delle famiglie più antiche di Roma, aveva portato in dote questi possedimenti sull’Appia che il marito trasformò in un’area funebre a lei dedicata per allontanare le  accuse di averla uccisa in attacco d’ira.

L’edificio, caratterizzato da quattro colonne marmoree sulla fronte, una cella a pianta quadrangolare fu trasformato in chiesa nel IX secolo.

Questa venne  dedicata a papa Urbano ed arricchita da una cripta nella quale rimane un affresco con Madonna con bambino e santi.

Nell’XI secolo la cella fu decorata con affreschi che narrano la vita di Cristo, San Lorenzo, Sant’Urbano e Santa Cecilia. L’attuale aspetto dell’edificio si deve al radicale intervento di restauro realizzato nel 1634 per volere di papa Urbano VIII Barberini.

A cura di Carla Termini.

Keywords