060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Beni archeologici » Tomba di San Pietro, Necropoli Vaticana (precostantiniana) e Basilica Costantiniana

Tomba di San Pietro, Necropoli Vaticana (precostantiniana) e Basilica Costantiniana

Tipologia: Monumenti

Indirizzo

Indirizzo: Piazza San Pietro
Zona: Rione Borgo (Castel Sant'Angelo) (Roma centro)

Contatti

Telefono: +39 06 69885318 (lun-ven 9-18; sab 9-17)
Fax: +39 06 69873017
Email: scavi@fsp.va

Orario

Visitabili tutti i giorni ore 9.00 - 15.30
Chiusa domenica e giorni festivi vaticani.

Chiusure 2019
Gennaio: 1°
Febbraio: 11 (Patti Lateranensi)
Marzo: 13 (Elezione di S. S.) 19 (San Giuseppe)
Aprile: 18-22 (Pasqua), 23 (Onomastico S.S.)
Maggio: 1° (San Giuseppe Lavoratore), 30 (Ascensione)
Giugno: 20 (Corpus Domini), 29 (SS. Pietro e Paolo)
Agosto: 14, 15, 16 (Ferragosto)
Novembre: 1° e 2
Dicembre: 24-27 (Natale) e 31 dicembre 2019

Informazioni

Biglietto intero: € 13,00

La prenotazione (obbligatoria) si effettua tramite e-mail o fax, oppure direttamente presso l'Ufficio Scavi (ingresso a sinistra del colonnato berniniano).

Non possono accedere agli scavi i ragazzi di età inferiore ai 15 anni.

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Descrizione

Sotto la basilica di S. Pietro si trova una importante necropoli formata da mausolei in laterizio disposti lungo una via funeraria. I più antichi sono quelli sulla fila a nord della strada, databili al II secolo d.C., mentre quelli del lato sud, più tardi, sono del III secolo d.C. I sepolcri presentano iscrizioni con i nomi dei personaggi defunti, e sono decorati all’interno con pitture e stucchi; alcuni di essi hanno pavimenti a mosaico in bianco e nero. Interessante l’iscrizione sul mausoleo di Popilius Heracla, che riporta una parte del testamento, in cui il defunto chiede che la sua tomba sia costruita “in Vaticano, accanto al Circo…”; questo costituisce una preziosa indicazione topografica per localizzare il Circo di Caligola, che appunto si trovava di fianco alla necropoli vaticana.
Un altro sepolcro importante è quello dei Giulii, in cui sono pitture di tema cristiano, come Giona nelle fauci della balena e il Buon Pastore, mentre sulla volta è raffigurato a mosaico Cristo sul carro del Sole, come il dio pagano Apollo.
In seguito lo spazio della necropoli fu occupato da altre tombe, anche se la maggior parte dei sepolcri cristiani si concentrarono nella parte a occidente, dove si apre una piazzola rettangolare circondata da mausolei costruiti intorno a quella che è identificata come la tomba di Pietro, presso il Circo nel quale l’apostolo fu martirizzato. Questa era in origine una semplice fossa; intorno alla metà del II secolo d.C.sulla tomba fu costruito un monumento addossato ad un muro, a cui si accedeva tramite due scale a sud. Questo era costituito da una nicchia con due colonne che sorreggevano una lastra di travertino di copertura, sopra cui era una nicchia più piccola. Una nicchia sottostante, sotterranea, conteneva la tomba di Pietro, come confermato anche da un graffito sul muro retrostante alla nicchia più grande, in cui si legge il nome dell’apostolo in caratteri greci.
Nel IV secolo fu costruita da Costantino la basilica proprio sopra la tomba di Pietro. Iniziata intorno al 320 d.C., fu consacrata nel 326 da papa Silvestro I e compiuta nel 349. Era a cinque navate divise da colonne, preceduta da un atrio colonnato e chiusa da un abside separata dalle navate da un transetto, al centro del quale era il monumento funebre di Pietro. Al di sopra del sepolcro era una edicola, posta al centro del presbiterio, sopra la quale fu edificato un baldacchino sorretto da quattro colonne tortili con raffigurazioni di putti vendemmianti. Altre due colonne erano poste dietro nell’abside. La basilica costantiniana non aveva altare, in quanto destinata non alla liturgia ma ad uso funerario. Solo successivamente, nel VI secolo, per svolgere il servizio liturgico e proteggere il sepolcro fu innalzato il pavimento del presbiterio, davanti al quale fu aggiunta una doppia fila di sei colonne tortili, di cui la più interna chiusa da plutei. Al sepolcro di Pietro si accedeva tramite due scale laterali. Undici di queste colonne si trovano tuttora nella attuale basilica di S. Pietro. La basilica costantiniana rimase intatta fino al XV secolo, finché papa Nicolò V (1447-1455), a causa delle precarie condizioni dell’edificio, ne decise la ricostruzione.  

MODALITA' DI VISITA E PRENOTAZIONE
I visitatori, ammessi esclusivamente da 15 anni compiuti, sono suddivisi in gruppi, composti da circa 12 partecipanti secondo la Lingua di appartenenza.
Ciascun gruppo è accompagnato da una guida specializzata.
La durata della visita è di circa un’ora e mezza.

 

La prenotazione deve essere richiesta direttamente dal visitatore che partecipa alla visita. In caso di richiedente diverso dal visitatore, è necessario fornire le generalità del visitatore.
Il responsabile di gruppi organizzati (Associazioni culturali, agenzie, gruppi precostituiti…) alla richiesta devono unire la lista dei partecipanti.
Non esiste un tempo per la prenotazione. L’accoglienza della richiesta, anche immediata, dipende dal programma stabilito, dal numero delle richieste presentate, e dagli orari delle visite eventualmente già previste.
La prenotazione si effettua tramite richiesta scritta inviando un messaggio a scavi@fsp.va, o per fax +39 06 69873017, o direttamente in Ufficio Scavi (ingresso a sinistra del colonnato berniniano)
Nella domanda è necessario indicare:
1. Numero esatto dei partecipanti.
2. Nomi dei partecipanti
3. Lingua richiesta durante la visita.
4. Periodo di giorni (indicare sempre il mese in lettere) durante i quali l'Ufficio può disporre la visita. L’orario della visita sarà stabilito dall'Ufficio secondo le disponibilità.
5. Modalità di risposta (comunicare indirizzo E-mail, o Fax o indirizzo postale completo)
 
BIGLIETTO DI INGRESSO
Costo del biglietto individuale: € 13,00, comprensivo della presenza di una Guida specializzata.
Il limitato numero di accessi consentiti non prevede alcuna riduzione sul costo del biglietto.
 
MODALITA’ DELLA VISITA
Il visitatore deve trovarsi presso l’Ufficio Scavi, almeno 10 minuti prima dell’orario previsto per la visita.
L'abbigliamento sarà idoneo al sacro luogo: pantaloni lunghi per gli uomini e per le donne gonne sotto il ginocchio o pantaloni. Spalle coperte per tutti.
L'Ufficio Scavi è raggiungibile solo dall'ingresso di Via Paolo VI (colonnato di sinistra, corrispondente all’ingresso dell’Aula delle Udienze Generali). Presentare alle Guardie Svizzere la Ricevuta di conferma della visita o la comunicazione dell’Ufficio con l’orario della visita.
 
DEPOSITO DEGLI OGGETTI INGOMBRANTI
Durante la visita è vietato portare oggetti ingombranti (valigie, buste voluminose, zaini di qualsiasi misura, ecc...), o apparati fotografici.
Sarà cura dello stesso visitatore depositare detti oggetti prima di raggiungere l'Ufficio. (Un DEPOSITO gratuito e custodito da personale interno, è presente a destra della Facciata della basilica).
Per omessa osservanza alle disposizioni non sarà consentito l'accesso nella necropoli.
 
ORARIO UFFICIO
lunedì – Venerdì: 9.00 – 18.00
Sabato: 9.00 - 17.00.
Abitualmente, l’ultima visita inizia alle ore 3.30pm (4.15pm da aprile a settembre)
Chiusura: nelle domeniche e nei giorni festivi vaticani.

Vedi anche

Cultura e svago › Luoghi di culto di interesse storico-artistico › Chiese cattoliche
Data di ultima verifica: 07/05/19 14:33