060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Workshop con l'artista Uno stadio del respiro. Con moto leggero tra la luce e l'assoluto
Data: 05/06/19

Orario

Mercoledì 5 giugno 2019 dalle ore 16.30 alle 18.30

Durata: due ore circa
Destinatari: adulti

Presso la biglietteria del museo 

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Viale Fiorello La Guardia
Zona: Quartiere Pinciano (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Workshop ed ingresso gratuiti

Prenotazione obbligatoria tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00)

Max 15 partecipanti

Organizzazione
- Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali;
- Vincenzo Scolamiero e Guido D’Angelo;
- Liquitex Sponsor della mostra (fornitore dei materiali)

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Telefono: 0039 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
Email: eventi.aziendali@zetema.it per eventi aziendali privati

Descrizione

Workshop di tecnica pittorica con gli artisti Vincenzo Scolamiero e Guido D’Angelo

Il laboratorio vero e proprio sarà preceduto da una breve visita alla mostra di Vincenzo Scolamiero con una guida d’eccezione, l’artista stesso, docente di pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Roma. La mostra si muove elegantemente, quasi danzando, tra poesia e musica, tra pittura e disegno, tra natura e interiorità, riempiendo gli occhi, la mente e l’anima del fruitore di fascinose suggestioni, eterei movimenti, ricchissimi cromatismi. Ci si sposterà poi nel Laboratorio del Museo, dove si farà una breve presentazione del workshop, guidato dallo stesso Scolamiero e da Guido D’Angelo, per poi concentrarsi sulla parte creativa vera e propria.

Ogni partecipante sarà invitato a far proprie alcune suggestioni sia tematiche che tecniche dell’artista, lavorando su carta con fusaggine, velina, pittura. Si potranno provare particolari tecniche ad acqua, con inchiostri e pigmenti, dove leggere sovrapposizioni di monocromie e tecniche di monotipo permetteranno di restituire la complessità plastica degli estremi dello spettro cromatico, il bianco luce assoluta e il nero spazio abissale, proiezione interiore dello spirito, in un bilanciamento dinamico di opposti. Si sperimenteranno velature di colore, riaffioramenti di inchiostri, tamponature, dove grazie al leggero movimento del polso, con il coinvolgimento di tutto il corpo, come negli esercizi di respirazione di Marta Graham, la pressione e il rilascio del  movimento delle pennellate, a volte larghe, altre sottilissime permetteranno la realizzazione di veli preziosi di colore in sovrapposizioni contrapposte capaci di creare immagini sinestetiche poetiche e musicali dense di significato.

Parole chiave