060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Visita Guidata a Palazzo Koch
Data: da 27/10/18 a 15/12/18

Orario

Le visite si svolgono di sabato, di norma mensilmente, con turni di ingresso a partire dalle ore 9.00 (ultimo ingresso alle ore 12.00), per un massimo di 25 persone a turno.

La visita, che riguarda gli ambienti di rappresentanza del Palazzo, è condotta da personale della Banca e ha la durata di circa 1 ora e 30 minuti.

Prossime visite:

sabato 27 ottobre
sabato 24 novembre
sabato 15 dicembre

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Nazionale, 91
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Prenotazione
Per la visita è obbligatoria la prenotazione on-line. È possibile prenotare per se stessi e, al massimo, per altre quattro persone, fino a esaurimento delle disponibilità. L'accesso è nominativo e vincolato alla data e all'orario prenotati. Nell'ambito del calendario reso disponibile, non è possibile prenotare più di un turno di visita.

Il richiedente può annullare la prenotazione con le modalità indicate al momento della conferma della stessa. La visita potrebbe essere cancellata per motivi istituzionali. Dell'eventuale cancellazione viene data comunicazione sul sito ufficiale e all'indirizzo e-mail indicato al momento della prenotazione.


Accesso al palazzo
I visitatori devono presentarsi 15 minuti prima dell'inizio della visita. In caso di ritardo rispetto all'orario previsto, non è più possibile accedere al Palazzo.

All'ingresso ogni visitatore – che deve essere munito di un documento di riconoscimento in corso di validità – viene sottoposto ai necessari controlli di sicurezza. Qualora i nominativi indicati al momento della prenotazione non coincidano con i dati anagrafici risultanti dai documenti, non è consentito l'accesso. I minori devono essere accompagnati da un adulto. Non sono ammessi animali.


Informazioni utili
Non è consentito introdurre valigie, trolley, sacche, zaini, bottiglie di plastica o vetro, lattine, ombrelli, oggetti appuntiti, taglienti o contundenti. All'interno del Palazzo vige il divieto di fumo anche per le sigarette elettroniche. È severamente vietato toccare gli arredi e le opere presenti negli ambienti oggetto della visita.

Durante il percorso della visita è possibile utilizzare ascensori e altri mezzi idonei a superare le barriere architettoniche. Al momento non sono disponibili percorsi tattili per non vedenti e ipovedenti.

In caso di evacuazione dell'edificio disposta dalla Banca, è necessario seguire le istruzioni del personale presente e rispettare le indicazioni generali riportate sulla segnaletica d'emergenza.

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Descrizione

A partire dal 2017, i cittadini hanno l'opportunità di visitare la sede della Banca d'Italia, sita nello storico edificio di Palazzo Koch con ingresso in Via Nazionale 91.

Si ha l'occasione di salire i gradini del maestoso Scalone d'Onore fino al piano nobile dell'edificio, dove è possibile entrare nel Salone dei Partecipanti, luogo in cui ogni anno il Governatore presenta le “Considerazioni finali”. Si può guardare da vicino la Sala del Consiglio, con i quadri dei Governatori, e visitare la Saletta Cinese che accoglie alcune pregevoli opere d'arte orientale provenienti, come molti altri pezzi presenti a Palazzo Koch, dalla collezione d'arte di Riccardo Gualino, raffinato imprenditore piemontese (Biella, 1879 – Firenze 1964). Si aprono le porte del Salone Dorato con i suoi splendidi arazzi in stile fiammingo e il Salottino dei Sindaci con l'importante raccolta del pittore Filippo De Pisis (Ferrara, 1896 – Milano, 1956).

E' possibile visitare anche il Museo della Moneta, ove sono esposte, tra l'altro, tavolette di argilla di origine mesopotamica scritte in caratteri cuneiformi, monete riguardanti un ampio arco temporale, dal periodo greco all'età moderna, nonché una collezione di banconote (dal 1746 al 1945), tra cui rilevano le prime emissioni della Banca d'Italia.

 

Parole chiave

Data di ultima verifica: 08/10/18 12:42