060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Visita alla mostra Balla a Villa Borghese
Data: 02/02/19

Orario

Sabato 2 febbraio 2019 ore 11.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Viale Fiorello La Guardia
Zona: Quartiere Pinciano (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

ingresso gratuito al museo
visita € 8,00 a persona

Partecipanti : Minimo 7 persone - Massimo 25 persone

Organizzazione a cura di AC Bell’Italia 88 - Via Girolamo Savonarola 17 -  Roma

Prenotazione obbligatoria chiamando lo 06 39 72 81 86 tutti i giorni (esclusi sabato e domenica) dalle ore 9.30 alle 18.00.
Per e-mail o per fax al numero 06 39 72 81 87
Sito web www.bellitalia88.it
Email bellitalia88@bellitalia88.it

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Telefono: 0039 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
Email: eventi.aziendali@zetema.it per eventi aziendali privati

Descrizione

Visita guidata alla mostra Balla a Villa Borghese per adulti e famiglie

Descrizione e svolgimento del percorso:
Dal balcone della casa di via Paisiello, all’epoca un ex monastero alla periferia della città, Giacomo Balla poteva osservare il verde di Villa Borghese. Lo scenario di quel paesaggio fu per il giovane pittore, non ancora futurista, il motivo prediletto per verificare le potenzialità del Divisionismo. Trasfigurati dal tocco divisionista e dalla luce che sgrana volumi e profili, i paesaggi mutano in visione. Queste tele dalla forte espressività colpiscono anche per l’intento sperimentale che le connota. A dimostrazione del debito del pittore nei confronti della fotografia, una sezione della mostra mette a confronto le opere di Balla con le fotografie di Mario Ceppi, scattate negli stessi luoghi. Un Balla meno conosciuto, giovane, ma già padrone di una tecnica prodigiosa sarà il protagonista di questo percorso esplorativo inedito.

Finalità didattica dell’attività:
Mettere in parallelo pittura e fotografia, come tecniche di rappresentazione della realtà e come forme d’arte che si intrecciano. Riscoprire la biografia e l’opera più intima del pittore, quella degli affetti e dei luoghi vissuti. Evidenziare il collegamento esistente tra l’artista e la Villa Borghese, luogo che, allora come oggi, è cuore pulsante della vitalità cittadina.

Parole chiave