060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » San Vito, Modesto e Crescenzia all’Esquilino - Spazio Libero
Data: 19/01/19

Orario

Sabato 19 Gennaio  2019 ore 10.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Carlo Alberto, 47
Zona: Rione Esquilino (Termini-Via Nazionale) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

A persona: € 9,00

Visita € 9,00 + offerta € 2,00
La prenotazione è obbligatoria: tel. 06/70454544 info@spazioliberocoop.itiprenotazioni@spazioliberocoop.it
Il programma è disponibile anche su: www.spazioliberocoop.it e FB Vivere Roma
N.B. MIC CARD, la MIC card è acquistabile nei musei, nei Tourist Infopoints e online all’indirizzo miccard.museiincomuneroma.it ha un costo annuale di € 5,00 e consente l’ingresso gratuito per i residenti nei musei del Comune di Roma.

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Telefono: 0039 06 70454544
Fax: .

Descrizione

San Vito, Modesto e Crescenzia all’Esquilino: la chiesa, la cripta e gli scavi archeologici nei sotterranei
La piccola e poco nota chiesa dei Santi Vito, Modesto e Crescenzia merita la nostra attenzione per la stratificazione culturale e il fascino della sua posizione, incastonata tra il moderno e multietnico quartiere Esquilino e le vestigia romane dell’Arco di Gallieno, nonché di una porzione delle cosiddette Mura Serviane. Tradizione vuole che la chiesa sia stata eretta sul luogo del martirio dei tre santi dedicatari, nell’area del Macellum di Livia dell’antica Suburra, alla facciata nella forma originaria quattrocentesca a capanna, si aggiunse, spostando completamente l'orientamento della costruzione, una seconda facciata ottocentesca su via Carlo Alberto; nel corso di un recente restauro l'entrata è stata riportata a quella originaria su via S. Vito. Al suo interno è la Madonna con Bambino di Antoniazzo Romano sull'altare maggiore. Nella navata destra è murata la "pietra scellerata" che la leggenda vuole sia servita alla tortura e morte di molti cristiani. Nel Medioevo si riteneva che la raschiatura della pietra salvasse dal morso dei cani arrabbiati e per questo motivo la pietra appare raschiata profondamente su tutta la superficie. Nei sotterranei, da poco resi visitabili, scopriremo le ricche tracce di età romana.
Visita guidata con permesso speciale a cura di Angela Rosa Mussuto

Parole chiave

A cura di

Cultura e svago › Istituzioni culturali › Strutture culturali
Data di ultima verifica: 10/01/19 12:59