060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Le mura di Roma tra Medioevo e Rinascimento: un nuovo evo, le stesse mura. Roma Racconta
Data: 14/06/22

Orario

Martedì 14 giugno 2022
ore 16.30

Ospitato in

Indirizzi

Indirizzo: Piazza di San Pantaleo, 10
Zona: Rione Parione (Navona-Campo de' Fiori) (Roma centro)
Indirizzo: Piazza Navona, 2
Zona: Rione Parione (Navona-Campo de' Fiori) (Roma centro)

Informazioni

Incontro gratuito e entrata gratuita solo nell’area prevista per l’incontro.
Il Museo di Roma può essere visitato con biglietto di ingresso secondo tariffazione vigente.
L’ingresso alla conferenza è possibile previa presentazione di un TITOLO DI ACCESSO da esibire all’entrata dove viene consegnato un bollino per l’ingresso al Museo.
TITOLI DI ACCESSO validi:
Locandina
Roma racconta. Programma maggio - giugno 2022
Ricevuta di prenotazione effettuata allo 060608.

CONSULTA SEMPRE LA PAGINA AVVISI prima di programmare la tua visita al museo.

Info e prenotazioni allo 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00)

IN PRESENZA la prenotazione è consigliata fino ad esaurimento posti disponibili.
PER PARTECIPARE ONLINE la prenotazione è obbligatoria.
A conferma della prenotazione verrà inviata una mail con il link di accesso.
Per chi desidera partecipare on line SU PIATTAFORMA GOOGLE SUITE si suggerisce di entrare con il browser Google Chrome.
Qualora si partecipi online e si desideri ricevere l’attestazione ai fini del riconoscimento dei CFU e per l’aggiornamento docenti è necessario entrare nell’aula virtuale presentandosi con il proprio nome e cognome completo. A conclusione dell’appuntamento l’attestato può essere richiesto all’indirizzo info_didatticasovraintendenza@comune.roma.it indicando i propri dati anagrafici e i riferimenti del corso di studi intrapreso.
Senza queste informazioni non sarà possibile rilasciare gli attestati.
 
CREDITI FORMATIVI

PER DOCENTI DI SCUOLA
Il programma è valido per la formazione e l’aggiornamento del personale della scuola sulla piattaforma S.O.F.I.A. del MIUR.
Le iniziative formative saranno attivate nel Catalogo della piattaforma (soggetto erogatore dell’iniziativa: Sovraintendenza Capitolina ai Beni Culturali).
É previsto il rilascio di un attestato di partecipazione valido per la formazione e l’aggiornamento docenti
 
PER STUDENTI UNIVERSITARI
- SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA

La partecipazione a 5 incontri, attestata, dà diritto al riconoscimento di 2 CFU agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale).
La partecipazione a 5 incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di Scienze Storiche (Medioevo - Età Moderna - Età contemporanea/magistrale) al riconoscimento di 2 CFU previa presentazione ai docenti di una relazione di 2-3 cartelle per ciascun incontro.
La partecipazione a 3/6/9/ecc. incontri, attestata, con relazione dà diritto al riconoscimento di 2/4/6/ ecc. CFU agli studenti dei Corsi di: Letteratura, Musica e Spettacolo (triennale); Lettere Moderne (triennale).
La partecipazione a 6/12/18 incontri, attestata, con tesina dà diritto al riconoscimento di 2/4/6 CFU agli studenti del Corso di Filologia Moderna (magistrale).
- UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA
La partecipazione a 9 incontri, attestata, dà diritto agli studenti del Corso triennale in Beni Culturali (Archeologici, Artistici, Musicali e dello Spettacolo) al riconoscimento di 3 CFU.
Gli studenti possono partecipare anche soltanto a 3 o 6 incontri con il riconoscimento rispettivamente di 1 o 2 CFU.
- UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a 6 incontri, attestata, dà diritto al riconoscimento di 2 CFU agli studenti dei Corsi di: Scienze dell'Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica (magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); Architettura-Restauro (magistrale).
- ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad 8 incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di 2 CFU.

Contatti

Telefono: 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00; libreria 06 68193002
Email: museodiroma@comune.roma.it ed eventi.aziendali@zetema.it per eventi aziendali privati

Descrizione

Incontro in presenza e online a cura di Carlo Persiani nell'ambito di Roma racconta... Educare alle mostre educare alla città.

Le mura di Roma, costruite a partire dal 271 d.C. per volere dell’imperatore Aureliano, dopo quasi 200 anni sono ancora conservate per circa 12 chilometri sui 19 della loro estensione originaria. Si tratta di un caso quasi unico tra le grandi città del mondo.

Nel corso del tempo la faccia esterna delle mura è stata per gran parte rivestita di nuova cortina, tanto da creare, più che un palinsesto, un intarsio. Molte torri e alcuni camminamenti sono stati ricostruiti, ma la struttura portante del circuito si è prevalentemente preservata. Gli studi rivolti alle mura aureliane si sono concentrati soprattutto sulle fasi antiche, tardo-antiche, altomedievali e medievali, lasciando in ombra gli aspetti del periodo compreso tra il ritorno definitivo della sede papale a Roma (1377) e la fine del Rinascimento (circa 1600), periodo nel quale si è svolta una vasta opera di manutenzione e in alcune fasi di ricostruzione di tratti particolarmente danneggiati.

Nei secoli successivi, interventi così estesi si devono quasi esclusivamente all’opera dei papi Benedetto XIV (attorno al 1750) e Pio IX (1848-1860) e infine all’epoca di Roma capitale, con un impegno che non può mai dirsi cessato. Con una valutazione sommaria, si può stimare che allo stato attuale sia visibile sul totale delle mura circa il 50% di parti restaurate nei secoli compresi tra il Medio Evo e l’età moderna.

Ogni epoca ha visto interventi eseguiti con tecniche e stili diversi e in gran parte distinguibili, la cui identificazione è necessaria sia per la conoscenza storica, sia per una corretta programmazione delle future manutenzioni. Il fine di questa lettura è di presentare lo stato delle ricerche sulle fasi dei restauri e delle ricostruzioni del periodo dal Medioevo al Rinascimento.

Carlo Persiani è laureato in Archeologia con indirizzo preistorico nel 1984, Dottore di Ricerca nel 1990. Dopo un’esperienza nel volontariato archeologico ha partecipato alla fondazione delle cooperative Archeologia e ARX, impegnandosi in lavori di scavo, didattica, museografia e schedatura.
È stato direttore di area per numerose campagne presso Arslantepe (Turchia) e Selvicciola (Viterbo) e in altri scavi.
Dal 2000 al 2021 è stato Istruttore Tecnico e Funzionario per i Beni Culturali nella Sovrintendenza Capitolina. Ha collaborato alla nascita del Museo di Casal de’ Pazzi e a ricerche e pubblicazioni nell’area di Centocelle-Torre Spaccata. Si è occupato di una serie di monumenti, tra cui un tratto delle Mura Aureliane, compreso il Castro Pretorio, su cui ha pubblicato alcune ricerche sulle fasi rinascimentali. Attualmente in pensione, prosegue l’attività di studio e ricerca.

Parole chiave