060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Incontro sul tema "Paesaggio con villa. I giardini romani nella pittura di paesaggio tra Seicento e Ottocento"
Data: 07/05/19

Orario

7 maggio 2019 ore 16.00
durata: circa 90 minuti

La data dell'appuntamento potrebbe subire variazioni, si prega di controllare il sito nei giorni precedenti l'incontro

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Piazza dell'Accademia di San Luca, 77
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

L'incontro è gratuito
Prenotazione obbligatoria (max 150 persone)

Info e prenotazione obbligatoria
Tel. 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00)

È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.

CREDITI FORMATIVI

SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (Età moderna-Età contemporanea / magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica(magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); ArchitetturaRestauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.

ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi.

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Descrizione

Incontro per docenti e studenti universitari a cura di Alessandro Cremona.

Tra il Seicento e l'Ottocento le ville e i giardini di Roma hanno avuto grande fortuna tra gli artisti italiani e stranieri, divenendo soggetti ricorrenti nelle realizzazioni pittoriche e grafiche dedicate alla Città eterna. 

Una congerie di opere che, oltre a possedere un valore estetico intrinseco, rivelano la loro importanza documentaria nell'offrirci vedute, scorci e particolari di una tipologia particolarmente effimera, essendo più delle altre soggetta alle trasformazioni imposte dalla natura, dalle mode e, soprattutto, dall'incessante modificazione urbanistica e territoriale. Ma la funzione di questo vasto regesto visivo non si limita a questo: le ville e i giardini di Roma vengono spesso colti nei loro aspetti più evocativi o, addirittura, trasportati in composizioni fantastiche, dove la loro serena e arcadica compostezza s'innesta nella visione trasfigurata di Roma e dei suoi dintorni dettata dalla perenne nostalgia di una perduta e dorata età del mito. Con l’affermarsi poi della pittura “di paesaggio” come genere autonomo, e soprattutto a partire dalla fine del Settecento, emerge anche il ruolo delle ville come punto di vista privilegiato per le vedute della città e, addirittura, come balconi panoramici su altri giardini, caratteristica che ben riprova la fama di Roma come città delle ville. L’incontro propone dunque un “viaggio” tra le moltissime testimonianze visive che illustrano la vocazione “paesaggistica” delle ville romane, facendo “tappa” nei luoghi maggiormente esemplari per comprendere le ragioni della fortuna visiva di cui questi complessi hanno goduto nella loro secolare storia.

L’incontro, nell’ottica del progetto ”Educare alle mostre, educare alla città” che si propone di realizzare un lavoro in rete tra le  istituzioni culturali,  si terrà presso  l’Accademia di San Luca, che ospita nella sua Galleria una   preziosa raccolta di opere di paesaggio romano e laziale, realizzate tra il Seicento e il Settecento.

Alessandro Cremona: curatore storico dell’arte presso la Direzione Ville e parchi storici della Sovrintendenza Capitolina, si occupa della valorizzazione e del restauro delle passeggiate pubbliche del Pincio e del Gianicolo e di Villa Mattei Celimontana. Studioso di storia dei giardini e della rappresentazione artistica del paesaggio urbano di Roma e della Campagna romana, ha scritto numerosi articoli e curato e pubblicato libri su questi argomenti. Ha partecipato a diversi convegni e ha tenuto lezioni e seminari presso L’Università di Roma Tor Vergata, l’Università di Roma Tre e l’Università di Camerino, sede di Ascoli Piceno. È co-curatore della collana di studi sugli architetti del Comune di Roma “Romarchitettonica” e membro del comitato scientifico della collana “Carte Scoperte” dell’Archivio Storico Capitolino.

 

Parole chiave

Data di ultima verifica: 16/04/19 10:48