060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Visite guidate e didattica » Il gioco delle 12 lettere
Data: 20/01/19

Orario

Domenica 20 gennaio 2019
Ore 10.30 - 13.30

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Columbia, 1
Zona: Torrenova (Roma est)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
All'interno di Villa Gentile nel campus dell’Università di Roma Tor Vergata

Informazioni

Info biglietti:
€ 15 bambino –  € 8 papà o mamma

Per prenotare
Scrivere una mail a museoapr@gmail.com specificando nome/cognome del bambino, età, il laboratorio scelto e il numero di cellulare di almeno un genitore.
Oppure compilare la form di iscrizione online  https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSeEOqz-CpH7ZWUJwZmlxHbPDomVXfllzYI7NrLq1ArmsHALWQ/viewform

Contatti

Telefono: +39 06 2024732
Telefono: +39 339 1787383 (per attività didattiche)
Fax: +39 06 2024732

Descrizione

l Duodecim Scripta è un gioco praticato nel periodo dell’Impero Romano, molto simile all’attuale Backgammon, avete presente? E’ noto anche come Ludus Duodecim Scriptorum, Ludus Duodecim Scripta, ovvero Gioco delle dodici lettere.

Questo gioco è testimoniato dal ritrovamento di molte tavole perlopiù marmoree, durante scavi archeologici oppure nei teatri o anfiteatri antichi, incise su tavoli, lastre, spalti, ecc., ma le regole, ricostruite sulla base di diverse fonti spesso frammentarie, sono assai difficili da definire.

Le tavole da gioco ritrovate (tabulae lusoriae) erano caratterizzate quasi sempre dall’incisione di sei gruppi di sei lettere, o semplicemente dei simboli astratti; in altri casi le lettere formavano parole che a loro volta componevano frasi scherzose, menu da taberna, motti ecc.
A volte queste scritte potevano trovarsi anche sui turricula, i bussolotti per il lancio dei dadi. Noi ne abbiamo conservato uno preziosissimo che potrete vedere al Museo. Gli archeologi lo hanno trovato all’interno di una tomba; insieme ai dadi faceva parte di un corredo funerario, chissà, forse appartenuto a un appassionato giocatore!

Per studiare meglio questo antico gioco, abbiamo provato a riprodurre una tavola da gioco in argilla per testarlo.
Le lettere incise rappresentano le caselle e su di esse si muovono le pedine (15) che avanzano secondo il numero uscente dal lancio di tre dadi.

Il laboratorio
La prima parte del laboratorio sarà dedicata all’illustrazione delle regole più comunemente accettate dagli esperti che le hanno dedotte studiando le fonti antiche. Poi si passerà alla realizzazione della vostra tavola da gioco sulla quale, infine, si potrà iniziare a giocare… e che vinca il migliore!

Regolamento
Ciascun giocatore dispone di 15 pedine che muoveremo secondo un valore ottenuto dal lancio di tre dadi.
Il giocatore che ottiene il punteggio più alto col primo lancio dei dadi, ha diritto ad iniziare il gioco.
Nella prima fase è obbligatorio far entrare tutte le proprie pedine nelle prime sei caselle del tavoliere; uno dei giocatori collocherà le proprie pedine nelle caselle centrali di sinistra e l’altro nelle caselle centrali di destra.
Solo successivamente queste pedine proseguiranno il loro percorso sul tavoliere in senso antiorario.
Il punteggio dei dadi può essere utilizzato singolarmente, per muovere separatamente le pedine, oppure sommato, per muovere una o due pedine.
Le pedine possono scavalcare una o più pedine del medesimo colore o del colore avversario; possono terminare la loro corsa in una casella libera, oppure in una casella occupata da una o più pedine del proprio colore, oppure in una casella occupata da non più di una pedina del colore avversario.
Quando una pedina termina la propria corsa in una casella occupata da una sola pedina avversaria, la cattura, rimuovendola dal tavoliere e restituendola all’avversario.
Se un giocatore ha una o più pedine catturate, dovrà obbligatoriamente farle entrare nel tavoliere prima di effettuare qualsiasi altra mossa.
Quando nella stessa casella si trovano più pedine dello stesso colore, queste possono muovere assieme, con lo stesso lancio di dadi.
Quando si ottiene lo stesso punteggio su tutti e tre i dadi, si ha diritto ad un ulteriore lancio.
Le pedine possono uscire dal tavoliere solo sulla base di un lancio corrispondente esattamente al valore necessario per giungere di un passo oltre l’ultima casella.
Quando il giocatore non ha mosse a disposizione deve passare la mano all’avversario.
L’obiettivo del gioco è far uscire per primi dal tavoliere tutte le proprie pedine.

Parole chiave

Nell'ambito di

Eventi e spettacoli › Manifestazioni
Data di ultima verifica: 31/12/18 13:06