060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » Roma senza Papa, il sogno breve della Repubblica Romana
Data: 10/07/22

Orario

Domenica 10 luglio 2022
Ore 19.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Garibaldi, 29/e
Zona: Rione Trastevere (Gianicolo) (Roma centro)

Informazioni

ingresso libero fino a esaurimento posti

Tel 060608 (tutti i giorni ore 9.00 - 19.00)

L’iniziativa è promossa da Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
In collaborazione con l'Associazione Café Voltaire
Servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

Contatti

Descrizione

Gli ultimi giorni della Repubblica Romana ricostruiti dalle voci di tre testimoni speciali.

Roma senza Papa, il sogno breve della Repubblica Romana è presentato al Mausoleo Ossario Garibaldino in prossimità delle date in cui si registrò la caduta della Repubblica Romana e della contestuale proclamazione della sua Costituzione.

Lo spettacolo nasce da un’accurata e approfondita ricerca documentale e bibliografica sugli eventi storici rievocati ed è ambientato a Roma il 7 luglio 1849, immediatamente dopo la resa delle forze impegnate nella sua difesa.

Protagonisti del testo – ideato da Riccardo Cochetti ed edito dalle Edizioni Ensemple, qui presentato nella forma della lettura drammatizzata – sono l’ex triumviro della Repubblica romana Giuseppe Mazzini, la giornalista americana Margaret Fuller, all’epoca corrispondente a Roma del New York Tribune, e Annetta Cimarra, moglie di Angelo Brunetti, detto Ciceruacchio, voce del popolo romano. 

I tre personaggi ricostruiscono i fatti più significativi di quella straordinaria esperienza, esaminandone, ciascuno a seconda della propria esperienza e sensibilità personale, gli aspetti militari, quelli amministrativi e politici, richiamando anche le opinioni di contemporanei come Mameli, Manara, Garibaldi e i francesi Luigi Napoleone Bonaparte e Oudinot. Non è trascurata inoltre la situazione politica esterna né la questione delle divergenze tra Mazzini e Marx.

Parte integrante dello spettacolo sono le musiche appositamente composte dal Maestro Giuseppe Natale e le strofe scelte da “Storia nostra” del poeta romanesco Cesare Pascarella.

Interpreti: Severino BRICCARELLO (Giuseppe Mazzini); Maria Teresa DI GENNARO (Annetta Cimarra); Cristina MACCIOCU (Margaret Fuller).

Fuori scena: Fabio DE PASQUALIS legge versi scelti di Cesare Pascarella su musiche originali composte ed eseguite dal M° Giuseppe Natale.

Parole chiave