060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » Piccoli crimini coniugali
Data: da 01/10/19 a 13/10/19

Orario

martedì  1 ottobre  ore 21.00
mercoledì  2 ottobre  ore 21.00
giovedì   3 ottobre  ore 17.00
venerdì  4 ottobre  ore 21.00
sabato  5 ottobre  ore 21.00
domenica  6 ottobre  ore 17.00
lunedì  7 ottobre  RIPOSO
martedì  8 ottobre  ore 21.00
mercoledì   9 ottobre  ore 19.00
giovedì   10 ottobre  ore 17.00
venerdì   11 ottobre  ore 21.00
sabato  12 ottobre  ore 17.00
sabato  12 ottobre  ore 21.00
domenica  13 ottobre  ore 17.00

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito e/o la pagina facebook del teatro.

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via delle Vergini, 7
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Contatti

Telefono: biglietteria 06 6794585

Descrizione

PICCOLI CRIMINI CONIUGALI
di Éric-Emmanuel Schmitt
con Michele Placido e Anna Bonaiuto
adattamento e regia Michele Placido

scene Gianluca Amodio
costumi Alessandro Lai
luci Pasquale Mari
musiche Mauro Di Maggio & Luna Vincenti

Sull’altalena del matrimonio fra impercettibili slittamenti del cuore e tradimenti conclamati si consuma la vita dei due protagonisti. Un sottile, brillante gioco al massacro a due voci inventato dal drammaturgo più amato d’oltralpe.
Gilles e Lisa, una coppia come tante. Da ormai quindici anni si trovano a vivere un, apparentemente, tranquillo menage familiare.
Lui, scrittore di gialli, in realtà non è un grande fautore della vita a due, convinto che si tratti di un’associazione a delinquere finalizzata alla distruzione del compagno/a. Lei, moglie fedele, è invece molto innamorata e timorosa di perdere il marito, magari sedotto da una donna più giovane.
Un piccolo incidente domestico, in cui Gilles, pur mantenendo intatte le proprie facoltà intellettuali, perde completamente la memoria, diventa la causa scatenante di un sottile e distruttivo gioco al massacro.
Il testo di Schmitt è un veloce e dinamico confronto verbale tra i due protagonisti, un susseguirsi di battute, ora amorevoli ora feroci, ora ironiche ora taglienti, uno scontro che si genera dove una grande passione inespressa cerca un modo per sfogarsi. Il battibecco è necessario, vitale.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 14/08/19 12:35