060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » Momix – Alice
Data: da 12/02/20 a 01/03/20

Orario

da mercoledì 12 febbraio a domenica 1 marzo 2020

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Piazza Gentile da Fabriano, 17
Zona: Quartiere Flaminio (Roma nord)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Botteghino del teatro olimpico Piazza Gentile da Fabriano 17
Orario Dal lunedì al venerdì orario 10.00-13.00 e 14.00 – 18.00 fino all’8 settembre.
Dal 9 settembre orario continuato 10.00 – 19.00 tutti i giorni.

E-mail: biglietti@teatroolimpico.it

Scrivendo a biglietti@teatroolimpico.it  è possibile anche acquistare con Carta di Credito Visa e MasterCard (commissione aggiuntiva: € 1 a biglietto), lasciando un recapito telefonico verrete richiamati da un operatore.

Online
È sempre possibile acquistare biglietti e abbonamenti direttamente presso la nostra biglietteria online 

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito e/o la pagina facebook del teatro.

Contatti

Descrizione

Momix – Alice

Dopo aver incantato il pubblico con molti spettacoli in quella che è la loro residenza romana, i Momix tornano a esibirsi sul palco dell’Olimpico con Alice. Lo spettacolo creato e diretto da Moses Pendleton che ha debuttato proprio all’Olimpico in prima mondiale.

Un suggestivo e memorabile lavoro in collaborazione con l’Accademia Filarmonica Romana, ispirato alla fiaba di Lewis Carroll: Alice nel Paese delle Meraviglie. Moses Pendleton, carismatico creatore e direttore artistico della compagnia, propone uno show che arricchisce il caleidoscopico repertorio di pura poesia con cui i Momix catturano il pubblico alla messa in scena di ogni produzione. 

La “vera Alice” ispirò Lewis Carroll a scrivere la sua fantastica storia di avventure sotterranee per lei quando aveva solo dieci anni. Quella piccola storia, interpretata da Alice stessa come una bambina curiosa in un universo assurdo, è un mondo pieno di fantasia e divertimento.

Il coreografo più immaginativo del mondo della danza ha scelto di infilarsi nella tana del coniglio in un mondo magico dove il corpo umano si trasforma e niente è ciò che appare.

Non intendo raccontare l’intera storia di Alice, ma usarla come punto di partenza per dare libero sfogo all’invenzione. Sono curioso di vedere cosa succederà, e sto diventando sempre più curioso quanto più conosco Lewis Carroll, che, come me, era un appassionato fotografo.

Vedo Alice come un invito a inventare, a fantasticare, a sovvertire la nostra percezione del mondo, ad aprirsi all’impossibile. Il palcoscenico è il mio narghilè, il mio fungo, la mia tana del coniglio.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 28/06/19 10:46