060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » La notte finisce all'alba
Data: da 05/05/20 a 10/05/20

Orario

da martedì 5 a domenica 10 maggio 2020
Ore 21.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Jacopa de' Settesoli, 3
Zona: Rione Trastevere (Gianicolo) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Biglietto intero: € 12,00

Tessera: € 2,00

Biglietto ridotto:
€ 10,00

Campagna abbonamenti 2018-2019

4 Tipi di abbonamenti, 4 possibilità di gustare il Teatro Trastevere e tutti i suoi spettacoli. Un abbonamento libero a tutti gli spettacoli della stagione. Commedie, Drammi, Sperimentazione, Narrazione e Grandi Autori.

NEW ENTRY
4 Spettacoli a 25€

EASY
6 Spettacoli a 35€

SOFT
8 Spettacoli a 45€

LARGE
10 Spettacoli a 50€

ABBONAMENTO BAMBINI
4 Spettacoli della stagione "Il Piccolo Trastevere" a 20 € utilizzabile anche per 2 ingressi allo stesso spettacolo

Per abbonarsi scrivere a info@teatrotrastevere.it o chiamare lo 06 5814004 o il 328 3546847, oppure recarsi presso la segreteria del teatro

Contatti

Telefono: 06 5814004 (dalle ore 19.00)

Descrizione

La notte finisce all'alba
Da “Spettri” di H. Ibsen
Regia G. Moretti  

La vicenda di La notte finisce all'alba è ambientata negli anni '60, periodo di profondi mutamenti sociali,di costume e morali in un epoca in cui si scontrano rigido tradizionalismo e spinte di ribellismo e innovazione, esattamento come la fine del XIX seoclo in cui Ibsen ambienta la vicenda di Spettri. La storia inizia con l'arrivo di Manders a casa Alving. Manders è un amico di famiglia, un “onorevole” che rappresenta la figura di riferimento morale e politica conformista e bigotta, profondamente ipocrita. Trova la domestica Regine e la signora Helene Alving, vedova da alcuni anni dell'Ingegnere Alving, suo marito. Il giorno seguente ci sarà l'inaugurazione di un edificio dedicato alla cura e la tutela dell'infanzia che Helene ha voluto edificare utilizzando tutti i soldi ereditati dal marito ed intitolandolo a suo nome.

Per quella occasione si trova in casa anche il figlio di Helene, Osvald, un ragazzo sui 25 anni che fa una vita sregolata da artista e vive fuori casa sin da quando è adolescente. I tre parlano del defunto ingegnere e dei loro rapporti con lui e di quelli che tra di loro, alternando stati d'animo opposti e chiaramente sottacendo avvenimenti importanti della loro vita legati alla figura dell'ingegner Alving, dipinto o come uomo di grande levatura morale, oppure come dissoluto.

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 09/09/19 10:39