060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » La belva Giudea
Data: da 28/01/20 a 02/02/20

Orario

dal 28 gennaio al 2 febbraio 2020

martedì, mercoledì, giovedì e venerdi - ore 21.00
domenica - ore 17.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Giulia, 19 - 20 - 21
Zona: Rione Regola (Campo de' Fiori-Piazza Farnese) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Palazzo Varese

Informazioni

Intero - € 25,00;
Ridotto over 65 - € 18,00;
Ridotto under 35 - € 15,00;
Promozione Comunità ebraica e Centro di Cultura ebraica - € 13,00

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito e/o la pagina facebook del teatro.

Contatti

Descrizione

La belva Giudea

di Gianpiero Pumo
con Gianpiero Pumo e Gabriele Colferai
regia Gabriele Colferai

"Belva Giudea” è il nome che fu dato ad Herzko Haft durante la sua carriera da pugile nei campi di concentramento tedeschi.
Internato alla sola età di quattordici anni, Herzko non si è mai arreso al suo destino e ha combattuto il nazismo guidato dall’amore per Leah. Dotato di una buona stazza muscolare e una notevole resistenza fisica, venne scelto da un ufficiale delle SS come “volontario” per incontri di boxe fra prigionieri. Herzko vinse 75 incontri.
Una volta libero, sbarca in America sotto il nome di Harry Haft per ritrovare Leah.
Doveva far apparire il suo nome su tutti i giornali per farle sapere che anche lui era fuggito negli States e c’era un solo modo per farlo: sconfiggere il campione del mondo dei pesi massimi, Rocky Marciano. Questo progetto vuole raccontare una pagina di storia tristemente nota con un punto di vista inedito, la boxe.
La vita privata di Harry rappresenta problematiche più che mai attuali: leggi basate sulla razza, l’accoglienza di chi fugge dalla guerra, la spettacolarizzazione della violenza. L’impostazione cinematografica dello spettacolo permette allo spettatore di percepire l’attualità di questa narrazione e la sua contemporaneità nelle tematiche affrontate.
La boxe, protagonista di questa storia, in America gli restituisce la dignità che in Europa gli aveva tolto.
Nonostante la violenza in esso connaturata, questo sport non fa distinzione di razza, credo religioso o paese di provenienza. Su un ring tutti sudiamo allo stesso modo. Tutti sanguiniamo allo stesso modo.

a cura di OFF/OFF Theatre Associazione Culturale teatro Festival

Parole chiave

Nell'ambito di

Eventi e spettacoli › Manifestazioni
Data: da 21/01/20 a 27/02/20
Data di ultima verifica: 20/01/20 17:34