060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » L’abisso
Data: da 03/12/19 a 15/12/19

Orario

dal 3 al 15 dicembre 2019

martedì, giovedì, venerdì e sabato - ore 21.00
mercoledì - ore 19.00
domenica - ore 18.00
Lunedì riposo

Ospitato in

Indirizzi

Indirizzo: Lungotevere Vittorio Gassman
Zona: Quartiere Portuense (Roma ovest)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
(già lungotevere dei Papareschi)
Ingresso disabili: Via Luigi Pierantoni, 6
Zona: Quartiere Portuense (Roma ovest)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Intero: € 20,00
Ridotto: € 16,00

posto unico:
operatore  € 12,00   
studenti posto unico €14,00

Le riduzioni sono riservate ai giovani fino a 35 anni e agli adulti oltre 65 anni

I biglietti vanno ritirati entro mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo: scaduto il termine il sistema annulla automaticamente la prenotazione.
dotata di terminale POS

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito e/o la pagina facebook del teatro.

Contatti

Descrizione

L’abisso
tratto da Appunti per un naufragio (Sellerio editore)

uno spettacolo di e con Davide Enia
musiche composte ed eseguite da Giulio Barocchieri

Uno spettacolo necessario, urgente: L’abisso di Davide Enia torna sul palco da cui aveva cominciato, quello del Teatro India, per raccontarci il naufragio collettivo del nostro Paese.
Attraverso il gesto e il cuntu siciliano il drammaturgo, scrittore e regista porta in scena l’odissea degli sbarchi e degli annegamenti nel Mediterraneo dal punto di vista inedito della Guardia Costiera, per restituire a questa tragedia contemporanea la dignità e l’attenzione che la sua drammatica quotidianità le ha tolto.
Dopo aver scosso e emozionato le platee italiane nel corso del suo anno di tournée, ritorna in scena il racconto urgente, profondo, attuale di Davide Enia, L’abisso – quello del Mediterraneo che ingoia le persone e quello interiore di un uomo di mare – che lo scrittore, drammaturgo, interprete e regista palermitano ha tratto dal suo romanzo in presa diretta da Lampedusa, Appunti per un naufragio (Premio Mondello 2018).
Con il gesto, il canto, il cunto, si fronteggia la difficoltà di raccontare il tempo presente nel momento della crisi, tra sbarchi e annegamenti nel Mediterraneo, metafore di un naufragio personale e collettivo.

Produzione Accademia Perduta Romagna Teatri, Teatro di Roma - Teatro Nazionale,Teatro Biondo di Palermo

Parole chiave

Data di ultima verifica: 02/12/19 12:28