060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » Hamlet in Rebibbia
Data: 18/05/17

Orario

18 maggio 2017 ore 15.30 – ingresso pubblico ore 14.30

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Raffaele Majetti, 70
Zona: Quartiere Ponte Mammolo (Roma est)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Teatro della C.C. Roma Rebibbia N.C.

Informazioni

L’ingresso all’evento è gratuito con obbligo di accreditamento entro venerdì 5 maggio 2017 a questi indirizzi: rebibbiafestival@gmail.com  -  06 90169196 – 06 9079216

Modalità di partecipazione: Ingresso libero, Iscrizione obbligatoria

Contatti

Sito web: .
Email: .

Descrizione

Il 18 maggio presso il carcere di Rebibbia Nuovo Complesso, i detenuti attori guidati da Fabio Cavalli, presenteranno in anteprima una prova aperta del nuovo spettacolo Hamlet in Rebibbia che debutterà ufficialmente nel prossimo mese di ottobre in collaborazione con la Festa del Cinema di Roma, in live streaming full-HD. Lo spettacolo di ottobre sarà in diretta con il Teatro Studio del Parco della Musica e con i teatri e i cinema di Genova, Milano, Monza, Cagliari, Nuoro e Napoli. Il 18 maggio una specie di prova generale dell’evento d’autunno.

Nell’Amleto il giovane principe, chiamato dalla voce del sangue, dal fantasma del padre ucciso in una faida di potere familiare, indaga implacabilmente sui presunti colpevoli: lo zio e la sua stessa madre. Occorre compiere la vendetta e ristabilire l’ordine nella Famiglia e nella Città. Amleto è il killer obbligato, l’esecutore. Ma rifiuta di agire senza le prove del delitto. Pretende che Vendetta e Giustizia siano le due facce della stessa moneta. Nella strage finale, innocenti e colpevoli saranno ugualmente sacrificati in un atto di purificazione distruttiva. Solo Orazio resta testimone vivente, incaricato di ricordare ai posteri il rischio mortale che comporta la violazione dell’ordine all’interno di una comunità. Nell’Amleto si rispecchiano i destini di molti degli attori della Compagnia.  E i destini di tutti noi. Se c’è del marcio nell’antica Danimarca, come ce la passiamo, oggi, fra Roma, Napoli e Reggio Calabria? (Con la sponda delle finanziarie del Nord). Quali faide, tradimenti e lotte fra clan, coprono di sangue le strade delle città, fino a macchiare i palazzi di un potere lontano ed oscuro? Dalla Fortezza di Elsinore alle nostre metropoli il salto spazio-temporale è quasi impercettibile. Nella parola dialettale scarnificata dei detenuti-attori, l’Amleto è cronaca di oggi ed emblema universale della dialettica fra Vendetta e Giustizia.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 15/05/17 12:17