060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » Dialoghi rubati
Data: da 17/01/20 a 02/02/20

Orario

Dal 17 al  19 gennaio  e dal 31 gennaio al 2 febbraio 2020

Venerdi e sabato ore 21.00 – Domenica ore 18.00
Info e Prenotazioni: 06 5757488 dalle ore 17 in poi

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Rubattino, 5
Zona: Rione Testaccio (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Info biglietti:
Intero:  € 11
Tessera: € 2

La programmazione potrebbe subire modifiche o annullamenti. Si consiglia di verificare il sito e/o la pagina facebook del teatro.

Contatti

Telefono: 3294131346

Descrizione

Dialoghi Rubati ovvero come estrapolare dal quotidiano il senso del reale. Il titolo di un’opera è sempre molto importante sia perché, come tecnicamente si dice, ci comunica con il minimo delle parole e il massimo dell’efficacia il contenuto di ciò che ci accingiamo a leggere, sia perché, ed è il caso dei testi prodotti dalla creatività e dall’immaginario di chi scrive, ci coinvolge a tentare di penetrare o interpretare le intenzioni dell’autore o autrice per i traslati che questo può contenere.

Questo testo di Stefano Terrabuoni, ci offre una possibilità interpretativa di quest’opera praticamente ampia sia sul piano fantastico - emotivo, sia su quello argomentativo.

Dal punto di vista formale l’opera si compone non di un unicum, ma di brevi sceneggiature teatrali che rendono possibile anche la chiamata in causa del lettore nella loro messa in scena che può essere estremamente articolata oppure minimale. La durata delle pièces è estremamente contenuta perché ognuna si svolge in pochi minuti. Non essendoci un filo conduttore che le leghi, possono essere adattabili, oltre che in teatro, anche in ambienti non attrezzati e possono essere presentate singolarmente o in numero ridotto rispetto alla totalità. Qui entrano in gioco le diverse esegesi che dell’opera intera si possono esplicitare, rivelando o desumendo il pensiero dell’autore.
Ho voluto attribuire al tutto il sottotitolo citato all’inizio, poiché mi sembra che l’autore, nell’esilità della trama, nella brevità dei singoli dialoghi, nelle semplici battute botta e risposta dei personaggi, renda evidente l’inconsistenza, ma anche l’ineluttabilità, delle nostre banalità quotidiane guardando a queste con occhi semplificatori e sdrammatizzanti.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 30/12/19 09:58