060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Teatro » Concerto
Data: da 23/04/19 a 28/04/19

Orario

Dal martedì 23  a domenica 28 aprile 2019
Da martedì a sabato ore 21.00
Domenica ore 19.00

Botteghino: dalle 18,30 alle 21
consigliata prenotazione tel. Posti 40

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via della Penitenza, 3
Zona: Rione Trastevere (Gianicolo) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Biglietto: € 17,00
Biglietto ridotto: € 12,00

Tessera associativa semestrale: euro 3.
Riduzione concessa a:
giovani fino ai 25 anni (documento di identità)
anziani dai 70 anni (documento di identità)
Professionisti dello spettacolo

Contatti

Telefono: 0039 06 6872690

Descrizione

Concerto
Adattamento e interpretazione Maurizia Grossi e Giuseppe Oppedisano
Regia di Giuseppe Oppedisano

Liberamente ispirato ad Anonimo Veneziano che venne riconosciuto come un capolavoro della letteratura italiana. Nel romanzo e nel film la vicenda si svolge a Venezia ma i sentimenti, le emozioni, non hanno confini, potrebbe essere qualsiasi altra parte del mondo. È la storia di un amore mai finito, forse... L’opera, come la musicalità dei dialoghi, è struggente. Un uomo e una donna, dopo una separazione durata otto anni, si rincontrano su richiesta di lui. Sembra non essere cambiato nulla tra loro, nonostante lei ora abbia una nuova vita e una nuova relazione, dalla quale ha avuto una figlia. I due sono uno di fronte all’altro, la mente vola alla loro giovinezza, al loro primo incontro, due anime tormentate che si ritrovano, riproponendo le vecchie dinamiche di un tempo; Lui, un musicista talentuoso, arrogante, ironico e violento, cerca dolorosamente un contatto che lei, ancora bella, colma d’amore e di rancore, sembra rifiutare: i troppi tradimenti di lui, l’avevano fatta allontanare, ferita, con il loro figlio Giorgio. L’opera di Berto, come solo la grande musica sa fare, grazie all’apparente semplicità dei dialoghi, emoziona, arrivando diretta al cuore e lasciandoci col cuore in gola. Lui ha pochi giorni di vita. la vorrebbe vicino a se, per l’ultima volta, per il suo ultimo concerto, dedicato alle persone più importanti della sua vita: lei; e il loro figlio. La risposta sarà:“Vorrei che fossi già morto”…

Parole chiave

Data di ultima verifica: 05/09/18 10:05