060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Musica » Letters to Bach - Noa (voce) e Gil Dor (chitarra)
Data: 25/02/20

Orario

Martedì 25 febbraio 2020 ore 20.30

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Piazzale Aldo Moro, 5
Zona: Quartiere Tiburtino (Roma est)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

BIGLIETTI ridotti:
- Speciale giovani Under 30 € 8 / Under 18 € 5
- Speciale famiglie: riduzione per 2 genitori € 10 e bambini under 14 € 5
- 4 concerti "MusicaPourParler" biglietto unico € 5 – Scuole € 3

BIGLIETTI interi:
- I settore € 27
- II settore € 23
- III settore € 18
Al prezzo dei biglietti sarà applicato il diritto di prevendita.

PREVENDITA:
- IUC (biglietti interi e ridotti)
Lungotevere Flaminio, 50 (lun-merc-giov-ven 10-13 /14-17 info: 06 3610051/2)
botteghino@istituzioneuniversitariadeiconcerti.it
- Rivendite abituali (biglietti interi) circuiti VivaTicket, Box Office Lazio
- Orbis Servizi (biglietti interi) P.zza Esquilino, 37 - dal lun. al sab. 9.30-13 | 16-19.30
- Telefonicamente con carta di credito IUC 06 3610051-2
- Online www.concertiiuc.it - www.vivaticket.it
- su www.boxofficelazio.it anche con Bonus Cultura
- Botteghino Aula Magna della Sapienza (da un’ora prima del concerto) P.le A. Moro 5 - Città Universitaria, Palazzo del Rettorato

Contatti

Descrizione

Noa voce
Gil Dor chitarra
Or Lubianiker basso

Noa in concerto alla Sapienza con “Letters to Bach”.
In occasione del concerto le sarà consegnata la targa di “Cavaliere del Mare” di Marevivo.


Una delle voci internazionali più emozionanti, torna con un nuovo progetto discografico, Letters to Bach, in cui riprende 12 brani musicali di Johann Sebastian Bach, a cui aggiunge testi scritti da lei in inglese ed ebraico.

Con Noa si supera ogni confine tra i vari generi musicali. È una delle voci internazionali più emozionanti di oggi, un’artista unica, capace di cambiare ed evolversi in ogni progetto, mantenendo sempre il suo tratto distintivo elegante e raffinato.

In Letters to Bach, pubblicato lo scorso marzo e prodotto dal leggendario Quincy Jones, Noa riprende dodici brani musicali di Johann Sebastian Bach. A queste composizioni originariamente solo strumentali ha aggiunto testi in inglese ed ebraico, scritti da lei stessa, che spaziano dalla sfera personale a quella più universale: la tecnologia e la religione, il riscaldamento globale e il femminismo, il conflitto israelo-palestinese e le relazioni nell’era dei social media, fino all’eutanasia.
Oltre alle lettere musicali, Noa ha scritto e affidato alla posta anche quest’altra lettera indirizzata a Bach:
Caro Johann Sebastian Bach, sono trascorsi 300 anni da quando hai scritto quella musica straordinaria che è nata da te ... o dovrei dire, esplosa da te in una rivelazione di bellezza abbagliante, mistero profondo, grazia e gloria, umanità condensata … Trecento anni ... e ancora, quella musica ci emoziona. Ci rende umili, ci nobilita, ci culla tra le sue braccia. Ci spezza i cuori e li ricostruisce, prosciuga i nostri spiriti e li spegne, ci fa credere in Dio ... o nel Dio della Musica ... o in qualcosa di più grande di noi, qualunque cosa possa essere ... unendo noi tutti in una, magnifica, fragile canzone umana. Ah... Johann... Che meraviglia sei!”

Insieme a Noa saranno sul palcoscenico dell’Aula Magna il chitarrista e arrangiatore Gil Dor, suo partner musicale da anni, e il bassista Or Lubianiker.

Cresciuta tra Yemen, Israele e Stati Uniti, Achinoam Nini in arte Noa, è cantautrice, poetessa, compositrice, percussionista, relatrice, attivista e madre di tre bambini.  
Si è formata artisticamente sotto la guida di Pat Metheny e Quincy Jones e ha condiviso il palco con leggende come Stevie Wonder, Andrea Bocelli e Sting. Insieme al suo storico collaboratore musicale Gil Dor, ha pubblicato 15 album e si è esibita nei luoghi più importanti e prestigiosi del mondo, compresa la Casa Bianca, e ha cantato per tre Papi.
Oltre che per la sua attività musicale, Noa è nota in Israele anche per essere la più importante sostenitrice culturale del dialogo e della convivenza tra israeliani e palestinesi. È la prima ambasciatrice israeliana dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura e fa parte di numerose organizzazioni a favore dei diritti umani e della pace in Israele e in tutto il mondo.
Tra i tanti premi e onorificenze da lei ricevuti figurano Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Pellegrino della Pace da parte dell’Ordine Francescano di Assisi (premio assegnato in passato a Bill Gates e Madre Teresa) e il Christal Award del Forum Economico Mondiale.

In occasione di questo concerto la Presidente di Marevivo Rosalba Giugni consegna alla cantante israeliana la targa di “Cavaliere del Mare”, con la seguente motivazione: “È un grande onore per noi di Marevivo poter dare ad un’artista come Noa, impegnata da anni nella difesa dei diritti umani e di un mondo più giusto, la targa di “Cavaliere del Mare” di Marevivo. È un’onorificenza che Marevivo attribuisce a personalità che condividono i nostri valori e messaggi e che si spendono con passione per dare voce e visibilità al nostro lavoro.  Noa, con la sua musica e il suo impegno sociale, ha più volte dimostrato di dar voce a chi voce non ce l’ha, a chi soffre, a chi non ha diritti. E siamo certi che darà voce anche alla nostra mission ambientalista, salvare il mare per salvare la nostra vita sulla terra”.

Parole chiave

Nell'ambito della

Data di ultima verifica: 24/02/20 11:08