060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Musica » La Traviata - I Virtuosi dell'Opera di Roma
Data: da 01/04/17 a 25/11/17

Orario

dal 1 aprile al 25 novembre 2017

tutti i martedì, giovedì, sabato ore 20,30

Cena servita nei palchi privati al piano superiore e nelle sale laterali con biglietto in galleria centrale h 19.30

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via dei Due Macelli, 75
Zona: Rione Campo Marzio (P.Spagna-P.Popolo-Pincio) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Palco con cena: € 90,00
Galleria con cena: € 80,00

Poltronissima:
Intero: € 50,00
Ridotto: € 45,00

Poltrona:
Intero: € 38,00
Ridotto: € 33,00

Fondo Platea:
Intero: € 28,00
Ridotto: € 23,00

Ridotto: under 18, studenti (max 27), gruppi, militari, roma pass

Convenzionato con

Roma Pass

Contatti

Descrizione

di Giuseppe Verdi

Orchestra, coro e corpo di ballo de I VIRTUOSI DELL’OPERA DI ROMA

Regia PIER FRANCESCO PINGITORE

Dopo l’enorme successo della scorsa stagione, torna“La Traviata” al Salone Margherita: l’amore impossibile tra Violetta, famosa mondana, e Alfredo, giovane di buona famiglia, raccontata da un grande nome della regia: Pier Francesco Pingitore.  Dopo il grande successo ottenuto dal suo “Il Barbiere di Siviglia” realizzato per il Teatro Comunale Marrucino di Chieti, il Maestro si misura con la famosissima opera di Verdi, e dichiara: “Ho sempre amato La Traviata, che ritengo un capolavoro assoluto, pur nel catalogo così affollato di opere insigni  di Giuseppe Verdi. L’occasione che mi si offre di realizzare – in accordo con il produttore Nevio Schiavone e con la direzione musicale dell’ottimo Maestro Adriano Melchiorre –  una mia versione di un tale gioiello mi rende felice e anche un po’ ansioso.” Pingitore afferma inoltre: “Ho cercato di adattare La Traviata al particolare luogo in cui viene rappresentata: il Salone Margherita. Nel tempio dello spettacolo musicale e d’intrattenimento, la grande opera di Verdi, pur nella sua integrità, doveva trovare una dimensione adeguata, con le novità dei dialoghi, dei balli, delle proiezioni, del gioco degli spazi oltre la scena, e di quant’altro l’impresa ha saputo ispirarmi. Fermo restando che “La Traviata”, con le sue musiche immortali e il talento dei suoi Virtuosi, vincerà sempre sul tempo e su qualunque innovazione.”

Parole chiave

A cura di

Cultura e svago › Istituzioni culturali › Strutture culturali
Data di ultima verifica: 29/08/17 14:36