060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Musica » Dialogo di un venditore d'almanacchi e di un passeggero
Data: 16/04/18

Orario

Lunedì 16 aprile 2018 alle ore 18.00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Columbia, 1
Zona: Torrenova (Roma est)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Facoltà di Lettere e Filosofia - Università "Tor Vergata"

Informazioni

Biglietto: € 12,00
Biglietto ridotto: € 8,00
Studenti Universitari: € 5,00

Contatti

Telefono: 06 3236104
Cellulare: 339 8693226

Descrizione

L’ultimo concerto della stagione organizzata da Roma Sinfonietta presso l'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata".
 
Nella prima parte è in programma una novità assoluta di Guido Ricci, che ha messo in musica il Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggere, una delle più famose delle “Operette morali” di Giacomo Leopardi. I due personaggi del dialogo sono interpretati dal tenore Anselmo Fabiani e dal baritono Bruno Taddia, con l’accompagnamento del flauto di Bruno Lombardi, del violoncello di Paolo Andriotti e del pianoforte di Antonello Maio.

La visione pessimistica di Leopardi è espressa in questo dialogo in modo quasi sereno, mettendo da parte i toni sarcastici e amari di altre sue opere. Ma quando il venditore di almanacchi gli chiede quale anno della sua vita vorrebbe rivivere, il passante deve ammettere di non voler tornare indietro a nessuno degli anni precedenti: la concezione della vita umana da parte di Leopardi è dunque sempre negativa, ma questa volta il poeta sembra dire che bisogna comunque resistere al nichilismo e continuare a sperare.

Nella seconda parte si volta decisamente pagina e si ascoltano arie e duetti delle due più brillanti opere comiche di Gaetano Donizetti, coetaneo di Leopardi, cantate da Anselmo Fabiani e Bruno Taddia. Dell’Elisir d’amore si ascoltano due arie - “Quanto è bella, quanto è cara” e la celeberrima “Furtiva lacrima” - e i duetti Belcore-Nemorino e Dulcamara-Nemorino. Il baritono propone anche l’aria “Bella siccome un angelo” del Don Pasquale.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 12/10/17 14:44