060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » Sul set di Antonioni di Sergio Srizzi
Data: da 15/03/19 a 26/03/19

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Largo Marcello Mastroianni, 1
Zona: Quartiere Pinciano (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
All'interno di Villa Borghese

Contatti

Telefono: 0039 06 423601 / 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
Fax: 0039 06 42016191

Descrizione

Sul set di Antonioni di Sergio Srizzi Nell'ambito del "Mese della Fotografia" mesefotografiaroma.com A cura di Melissa e Vanessa Strizzi, Andrea Mazzini 15 -26 marzo 2109 ORARIO:  LUN-VEN 15.00-19.00 │SAB-DOM 10.00-13.00-15.00-19.00 Dagli anni 50 fino al 2004, Sergio Strizzi ha documentato i film dei più leggendari registi di tutti i tempi. Registi e attori di tutte le generazioni … In particolare si distingue una collaborazione, breve ma intensa, dei primi anni 60’: quella che lo lega a Michelangelo Antonioni ai tempi di tre capolavori: La Notte, L’eclisse e Deserto rosso. Sergio Strizzi è riuscito a costruire ogni sua foto come un dipinto fedele all’atmosfera e allo spirito dei film di Antonioni. Nato a Roma nel 1931, Sergio Strizzi inizia a lavorare giovanissimo come fotoreporter, prima all’Agenzia Publifoto di Vincenzo Carrarese, per passare poi con Sandro Vespasiani e, nel 1950, con Ivo Meldolesi. Nel1952 approda al cinema lavorando sul set del film Gli undici moschettieri di De Concini e Saraceni, sulla Nazionale di calcio campione del mondo nel ’34 e nel ’38. Nello stesso anno è fotografo di scena di Totò a colori, film a cui fanno seguito, tra gli altri, L’oro di Napoli di De Sica e La donna del fiume di Mario Soldati. Da allora collabora con quasi tutti i maggiori registi italiani (Antonioni, Blasetti, Germi, Lattuada, Monicelli, Petri e Rosi) nonché con diversi registi stranieri come Jospeh Losey, John Huston, Peter Yates, Terry Gilliam. Grazie alla raggiunta fama internazionale viene chiamato come fotografo di scena per alcuni film della serie 007, interpretatati sia da Sean Connery che da Roger Moore. Negli anni ’70, su richiesta di Audrey Hepburn, gli viene commissionato dalla rivista Life un servizio sul ritorno al cinema dell’attrice. Nel suo curriculum figurano oltre un centinaio di film, compresi i kolossal televisivi Marco Polo di Montaldo e Colombo di Lattuada. Considerato uno dei maggiori fotografi di scena, Strizzi ha lavorato anche con Benigni (La vita è bella e Pinocchio), Tornatore (La leggenda del pianista sull’oceano e Malena), Scola (Concorrenza sleale) e Liliana Cavani (Il gioco di Ripley).

Parole chiave