060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » Storie di vita. Gli antichi Romani raccontati dalla scienza
Data: da 19/05/18 a 10/07/18

Orario

Lun-ven ore 10.00-17.00

Inaugurazione: sabato 19 maggio alle ore 21.00 in occasione della Notte dei Musei

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Viale dell'Università, 34/a
Zona: Rione Castro Pretorio (Porta Pia) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Modalità di partecipazione: Ingresso gratuito

Contatti

Descrizione

La mostra si propone di illustrare le condizioni di vita, di salute e di lavoro a Roma in età imperiale e tardo antica. Siamo abituati a conoscere Roma antica principalmente attraverso l’archeologia e le testimonianze letterarie, dimenticando che è stata anche fatta di uomini e donne, i cui corpi possono raccontare molto sulla vita quotidiana, sul lavoro, sull’alimentazione, sulla cura e i costumi sociali della più popolosa città del mondo antico. Roma è particolarmente ricca di reperti antropologici, negli anni scavati, catalogati e studiati dal Servizio di Antropologia della Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma. Su questi materiali si è  lavorato in modo multidisciplinare, incrociando competenze storico-mediche, archeologiche, letterarie e soprattutto utilizzando le più aggiornate tecniche molecolari, paleopatologiche e paleonutrizionali.

Questo approccio è oggi in grado di raccontare nel dettaglio al visitatore singole storie di vita: esse restituiscono voce a donne maltrattate, madri e figli, anziani e lavoratori che, attraverso i segni del corpo, raccontano condizioni di vita, lavoro, alimentazione, provenienza, condizioni igieniche, usi e costumi, rapporti parentali, traumi, malattie e cure che ne hanno caratterizzato l’esistenza.

In occasione dell’inaugurazione, la Mostra sarà integrata da eventi di ricostruzione storica di interventi chirurgici interpretati in greco e latino, dall’esposizione della più vasta collezione al mondo di strumenti chirurgici ricostruiti ed erbe curative e dalla ri-creazione di una cena romana sulla base delle ricette di Catone, Varrone, Apicio e Columella.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 14/05/18 09:36