060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » Pop-App. Scienza, arte e gioco nella storia dei libri animati dalla carta alle app
Data: da 08/05/19 a 30/06/19

Orario

Dall'8 maggio al 30 giugno 2019
lunedì – venerdì ore 9.00 – 19.00
sabato – domenica ore 9.00 – 14.00

Sabato 18 maggio 2019
ore 11 Visita con il curatore

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via della Stamperia, 6
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Palazzo Poli

Informazioni

Non è possibile accedere all’Istituto con bagagli, zaini e borse di grandi dimensioni. Non sono disponibili armadietti o guardaroba.

Modalità di partecipazione: Ingresso libero

Contatti

Descrizione

La mostra, organizzata dall’Istituto Centrale per la Grafica in collaborazione con l’Università di Roma “La Sapienza”, DIGILAB e la Fondazione Tancredi di Barolo-MUSLI di Torino, è dedicata al libro animato, dal Medioevo all’età contemporanea, a cura di Gianfranco Crupi e di Pompeo Vagliani.

Il percorso espositivo è articolato in due sezioni, dedicate rispettivamente al libro animato moderno e al libro animato antico, le cui radici affondano nel tardo Medioevo e nei primi prodotti a stampa.

La prima sezione, dedicata alle tipologie e ai modelli del libro animato moderno, ne racconta la storia lungo un arco cronologico che va dai dai primi dell’Ottocento fino alla metà del Novecento. I libri, destinati all’infanzia e tutti provenienti dalla preziosa collezione della Fondazione Tancredi di Barolo, mettono in mostra i dispositivi meccanici e gli espedienti cartotecnici creati a scopo ludico e educativo.

La seconda sezione illustra, invece, la storia antica del libro animato, che affonda le sue radici in alcune precoci testimonianze manoscritte del tardo Medioevo e nei primi prodotti della stampa a caratteri mobili. Di questa sezione fanno parte preziosi prestiti provenienti dalle più importanti biblioteche statali italiane (Biblioteca Nazionale Centrale di Roma e la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze), tra cui si segnalano per l’importanza e la bellezza l’Astronomicum caesareum di Petrus Apianus, il Kalendario di Regiomontanus e l’Astrologia di Ottavio Pisani. I dispositivi mobili di questi volumi – di carattere scientifico (astronomico, medico, di misurazione del tempo, ecc.), di intrattenimento sociale (“libri di sorte”), di tipo strumentale (calendario di una gravidanza) – sono esposti in dialogo con stampe di tematiche affini, scelte tra le collezioni del Gabinetto Nazionale delle Stampe e della Calcografia, che integrano il percorso in uno stimolate confronto tra la bidimensionalità delle arti grafiche e la tridimensionalità dei meccanismi mobili.

Il progetto espositivo è stato reso possibile grazie anche al sostegno del “Centro per il libro e la lettura” del MIBAC ed ha ricevuto il patrocinio del Dipartimento di Lettere e culture moderne e del Centro di ricerca DigiLab di Sapienza Università di Roma, e inoltre della Società Italiana di Scienze Bibliografiche e Biblioteconomiche (SISBB).

Parole chiave

Vedi anche

Eventi e spettacoli › Manifestazioni
Data: da 08/06/19 a 28/09/19
Data di ultima verifica: 23/04/19 12:56