060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » Piranesi - Sognare il sogno impossibile
Data: da 15/10/20 a 31/01/21

Orario

Temporaneamente sospesa in attuazione delle misure di contenimento anti Covid-19

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dal 15 ottobre 2020 al 31 gennaio 2021

dal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 19.00 (ultimo ingresso 18.30)

Tutte le informazioni sulle modalità di visita ed eventuali variazioni
https://www.grafica.beniculturali.it/tutti-gli-archivi/eventi/giambattista-piranesi-1720-2020-9711.html

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via della Stamperia, 6
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Presso Palazzo Poli

Informazioni

Modalità di partecipazione: Ingresso gratuito, Ingresso libero

Contatti

Telefono: 06 699801 centralino / 06 69980238
Fax: 0039 06 69921454

Descrizione

In occasione del terzo centenario della nascita di Giambattista Piranesi (Venezia, 4 ottobre 1720),  l'Istituto intende celebrare l’incisore con una mostra nella quale sarà dedicato ampio spazio alle matrici che esaltano, nella loro unicità, il trionfo del progetto grafico piranesiano e del suo “sogno impossibile”. La mostra vuole far conoscere al grande pubblico anche le stampe, i disegni (un fondo di preziosi disegni proviene dalle Gallerie degli Uffizi), dipinti e pezzi archeologici (repliche dalla Reale Accademia di Belle Arti di San Fernando di Madrid) che sono in rapporto con l’opera dell’artista.

L’iniziativa si avvale di un comitato scientifico internazionale e si propone di offrire un’immagine a tutto tondo del ruolo dell’artista nella costruzione di un immaginario visivo legato in gran parte al volto settecentesco della città di Roma. La poliedrica produzione grafica piranesiana si offre infatti a molteplici piani di lettura, in rapporto con l’antichità, l’architettura, la tecnica costruttiva degli antichi, la sua formazione nella cultura figurativa veneta che maturerà a contatto con la storia romana.

La mostra è a cura di Maria Cristina Misiti, dirigente dell’Istituto centrale per la grafica e Giovanna Scaloni, storica dell’arte dell’Istituto, con la collaborazione di Civita Mostre e Musei. L’allestimento è di Paolo Martellotti.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 12/11/20 12:43