060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » Peter Kim. Sull’orlo della forma
Data: da 22/06/18 a 04/11/18

Orario

N.B. per eventuali aperture e/o chiusure straordinarie consultare la pagina dedicata agli Avvisi

dal 22 giugno al 4 novembre 2018
Secondo i seguenti orari:

Dal 22 giugno al 30 settembre 2018
Da martedì a venerdì ore 13.00 - 19.00 (ingresso fino alle 18.30).
Sabato e domenica ore 10.00 - 19.00 (ingresso consentito fino alle 18.30).
Giorni di chiusura: Lunedì

dal 1 ottobre al 4 novembre 2018
Da martedì a venerdì ore 10.00 - 16.00 (ingresso consentito fino alle 15.30)
Sabato e domenica ore 10.00 - 19.00 (ingresso consentito fino alle 18.30).
Giorni di chiusura: Lunedì

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Viale Fiorello La Guardia
Zona: Quartiere Pinciano (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Ingresso gratuito alla mostra e al museo

La MIC card è acquistabile nei musei e online all’indirizzo miccard.museiincomuneroma.it

Tel. 060608 tutti i giorni ore 9.00 - 19.00

Organizzazione
Comediarting Srl.

Promotori
Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali

Servizi museali
Zètema Progetto Cultura

Con il contributo tecnico di
Ferrovie dello Stato Italiane

Modalità di partecipazione: Ingresso libero

Contatti

Telefono: 0039 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
Email: eventi.aziendali@zetema.it per eventi aziendali privati

Descrizione

La mostra, ideata per il Museo Carlo Bilotti dalla curatrice Maria Giovanna Musso, è dedicata a Peter Kim, un artista coreano che vive a New York e che si è formato in Asia e in Europa. Le sue opere sono state esposte in diversi musei e gallerie in Francia, Giappone, Hong Kong, Corea del Sud, Belgio, Messico, Serbia ecc.

La sua ricerca espressiva è caratterizzata da un costante richiamo ai temi archetipici della memoria, alle fratture del tempo e alle sollecitazioni del presente, con particolare riferimento al rapporto fra natura e cultura.

Kim sceglie la linea come codice di accesso alle pieghe più profonde del reale. Nel suo lavoro la linea ripetuta è usata come un mantra visivo, un’ossessione gestuale che incide nello spazio e costruisce una ragnatela a cui annettere il reale. Come la goccia che scava la pietra, o come un suono che si espande in gorghi, le linee s’infittiscono fino a coprire il vuoto, recingendolo e dandogli il contorno da cui la figura emerge.
Per la mostra del Bilotti sono state scelte le opere di Kim dedicate prevalentemente al tema  archetipico del vaso, insieme a una serie di disegni e ad alcune opere più materiche (matasse informi di fili colorati), poste in una cornice tematica che esalti, al tempo stesso, il carattere del luogo espositivo e la peculiarità di un artista ancora poco conosciuto in Italia. Per completare la visone del percorso artistico di Kim, oltre alla proiezioni di alcuni video, verrà realizzata un’opera site-specific installata sulla terrazza. Tutti i lavori scelti dalla curatrice sono quelli in cui l’artista si attarda ai bordi del reale, insistendo sui limiti della figura e sul vuoto che essa delinea, sull’orlo della forma dove si decide il destino delle cose.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 27/09/18 09:30