060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » “Materia” di Franco Ciuti
Data: da 02/11/18 a 12/11/18

Orario

Dal 2 al 12 novembre 2018 

Lunedì e Venerdi: ore 10:00 – 16:00
Martedi – Mercoledi – Giovedi - Sabato: ore 10:00 – 18.45

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via di Sant'Agostino, 11
Zona: Rione Ponte (Via Coronari-Ponte Vittorio) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Modalità di partecipazione: Ingresso gratuito

Contatti

Telefono: +39 06 68408045 / 32
Fax: +39 06 68408053
Sito web: www.honosart.com

Descrizione

La Galleria Honos Art presenta, all’interno del ciclo di mostre OFF SITE, l’esposizione di scultura e pittura “Materia” di Franco Ciuti, ideata per dare una panoramica sintetica ma approfondita degli ultimi dieci anni di produzione e ricerca plastica intorno ai linguaggi che scaturiscono dal confronto con la materia.

C’è una sorprendente coerenza di pensiero e di forma tra le sculture (terracotta, bronzo e piombo) e le opere pittoriche alcune in tecnica mista ed altre in resina e acrilico arrivando, come nel caso di “Frammetti di cielo”(2018), ad unire il suo doppio e personalissimo modo di essere artista, concependo un’opera in acrilico e ceramica nella quale confluiscono lo spazio senza confine e le concrezioni della realtà tangibile.

La materia è stata da sempre il perno centrale dell’agire da artista di Franco Ciuti fin dai suoi primi lavori, negli anni sessanta, intorno all’essere dell’entità fisica, cogliendo ogni spunto di espressione intrinseco ad essa. Molto del lavoro di Ciuti consiste nel soffiare profonde tracce di umanità nella intimità della materia e delle forme che utilizza, affinché la forza delle forme e della materia rifluisca poi nelle corde più intime di quell’inscindibile parte umana di un’opera d’arte che siamo noi, noi spettatori (Tommaso Trini).

Le opere che vengono presentate in mostra costituiscono, in definitiva, un poderoso riepilogo odierno della decennale ricerca dell’artista. Messe da parte le geometrie, sono state approfondite invece le stratigrafie attive della materia che ci parlano di mondi possibili, superamenti di quanto conosciuto (andando oltre Fontana), del dialogo complesso ma nesessario e di una natura che ha bisogno della nostra consapevolezza per continuare ad essere lo spazio concreto ed etereo dell’agire umano.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 25/10/18 10:00