060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » La biblioteca di Dante
Data: da 08/10/21 a 16/01/22

Orario

Dall'8 ottobre 2021 al 16 gennaio 2022

Orari di apertura:
tutti i giorni, tranne il martedì, dalle ore 10.00 alle 19.00.
Ultimo ingresso alle ore 17.00

Palazzo Corsini, Biblioteca dell'Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via della Lungara, 10
Zona: Rione Trastevere (Gianicolo) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

BigliettI:
ordinario € 5,00; integrato Villa Farnesina con mostre € 13,00
ridotto (over 65) € 3,00; integrato Villa Farnesina con mostre € 10,00

Gratuito:
bambini fino ai 10 anni accompagnati dai genitori
visitatori disabili con accompagnatore
giornalisti con tesserino di riconoscimento valido
guide turistiche autorizzate con tesserino

Contatti

Descrizione

La Biblioteca di Dante

a cura di Roberto Antonelli, Ebe Antetomaso, Marco Guardo, Lorenzo Mainini

Nell’opera dantesca, e nella Commedia in particolare, la tradizione della cultura classica, cristiana e medievale si ricapitola come in una summa: autori, libri, scuole di poeti e filosofi, enciclopedie, mitologie antiche e dogmi cristiani, scrittori canonici
e autori più eccentrici vengono tutti riattraversati dallo sguardo di Dante, che scrivendo il suo testo ne riscrive simultaneamente la tradizione d’appartenenza. In tal senso sapere di quali letture, di quali libri, si sia materialmente nutrita la cultura
e la fantasia poetica dell’Alighieri ha da sempre costituito un interrogativo profondo tanto per i critici che per i lettori per arrivare a una comprensione più profonda della Commedia. La ricerca tuttavia si scontra sull’evidenza che Dante non ebbe mai una vera e propria biblioteca, stabile e personale, come poi invece fu per Petrarca; non possediamo neppure autografi o libri sicuramente a lui appartenuti. Il dibattito su quali opere Dante abbia effettivamente letto e quali egli conoscesse solo per altrui citazioni o epitomi è pertanto ancora aperto e di grande rilevanza.

Nella mostra sono per la prima volta esposte tutte le opere da Dante
esplicitamente citate e presumibilmente lette, quindi parte d’una sua biblioteca, secondo i più recenti accertamenti e secondo un percorso rappresentativo del suo
iter intellettuale e poetico.

La mostra è articolata in sei grandi sezioni: 1) La “Bibbia” e la tradizione cristiana; 2) La tradizione classica: gli Auctores nella “Vita nuova”; 3) La tradizione romanza; 4) La tradizione classica dalla “Vita nuova”; 5) Retorica e trattatistica medievale; 6) Filosofia, scienza e teologia.

Con la mostra La Biblioteca di Dante si intende affrontare per la prima volta il problema di come è stato possibile il miracolo della Commedia; su quali basi culturali ha potuto contare Dante nella composizione del poema e quali siano le ragioni di un successo ancora così straordinario.

Un grande sforzo, dunque, probabilmente il più articolato e impegnativo dell'anno dantesco, reso possibile dall'impegno congiunto dell'Accademia Nazionale dei Lincei, di Intesa Sanpaolo, dell'ENIT, dell'Istituto centrale per il patrimonio immateriale del Ministero della Cultura e delle tante istituzioni, musei e biblioteche, a cominciare dalle grandi biblioteche storiche romane, ma con sforzo generoso anche delle biblioteche di tutta l’Italia e l’Europa, e, ultimi ma non ultimi, dai contributi assicurati dal Comitato Nazionale dantesco.

Parole chiave

Nell'ambito di

Eventi e spettacoli › Manifestazioni
Data: fino a 31/12/21
Data di ultima verifica: 12/11/21 12:03