060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » I’m just killing time
Data: da 12/02/19 a 23/03/19

Orario

Dal 12 febbraio al 23 marzo 2019
dal martedì al sabato dalle 13.00 alle 19.00
Chiuso domenica e lunedì
Opening martedì 12 febbraio ore 18.30

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Vicolo Del Curato, 3
Zona: Rione Ponte (Via Coronari-Ponte Vittorio) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Modalità di partecipazione: Ingresso libero

Contatti

Telefono: 340 0040862

Descrizione

Esattamente a due anni di distanza dalla sua prima personale presso la galleria Richter Fine Art, Zanbagh Lotfi torna a esporre la nuova serie dei suoi lavori in galleria.

I dipinti di mantengono la caratteristica avvolgente dello stile dell’artista iraniana, che incolla lo spettatore alla tela, ma l’assenza quasi totale della figurazione lascia spazio a macchie di colore più sfocate e astratte.

Come afferma Eva Comuzzi nel suo testo critico: «La figura umana è quasi scomparsa e i paesaggi si sono ancor più frammentati. Forme di vario genere si compenetrano a vicenda senza lasciare spazio allo spazio. Ogni elemento sembra voler prender piede, senza riuscirci, e tutto rimane sospeso. In attesa che da questa deflagrazione nasca qualcosa di nuovo. Penso subito a un periodo di passaggio nel quale, come non mai, si attende l’arrivo di una sorpresa. Di un qualcosa che la stupisca. Sono decisamente e, in tutti i sensi, dei lavori in corso. Anche fuori, la via è un cantiere e lo rimarrà per molto. In tutti i quadri compare una rete di recinzione arancione. Sarà questo elemento, alla fine, a espandersi e a prender piede. Talvolta cerca di contenere, altre imprigiona, altre ancora fa filtrare la luce migliore. Spesso però ci indica di fermarci e attendere».

Zanbagh Lotfi è nata del 1976 a Teheran, in Iran. Si è laureata in pittura e illustrazione all’Università d’Arte di Teheran. Nel 2003 si trasferisce in Italia dove si diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Attualmente vive e lavora fra Firenze e Teheran. Ha esposto in numerose mostre personali e collettive, in Italia e all’estero. Tra i progetti più recenti: Visioni ritrovate, Marco Rossi Arte Contemporanea, Verona (2016); La prima notte di quiete, varie sedi, Verona (2016); Monta(g)na, Isolo 17 galleria d’arte contemporanea, Verona (2015); Imago Mundi, Luciano Benetton Collection, Fondazione Cini, Venezia (2015), E’ stato forse ieri, galleria Richter Fine Art, Roma (2017).

Parole chiave

Data di ultima verifica: 30/01/19 09:43