060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Mostre » Fragilità e forza nell'arte. Un modo per raccontare e raccontarsi
Data: da 11/01/19 a 16/01/19

Orario

Dall’11 al 16 gennaio 2019
da lunedì a venerdì: 11.00 - 13.00 e 15.00 - 19.00
sabato 11.00 - 19.00
domenica chiuso

Lunedì 14 gennaio alle ore 16:30
Presentazione della raccolta di poesie “Lo sguardo lontano” di Valerio Blanco y Pinol, atleta paralimpico, campione del Lazio di parapowerlifting, che affronta il tema disabilità e sport. L’incontro sarà condotto da Luisa Coccia de’ Rossi. L’Attrice Marisol Gabbrieli leggerà alcune poesie ed aforismi. Sarà presente l’autore ed interverranno alcuni ospiti dello Sport paralimpico.

 

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Cassia, 492
Zona: Suburbio Tor di Quinto (Roma nord)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Modalità di partecipazione: Ingresso libero

Contatti

Telefono: +39 06 33711468

Descrizione

Mostra collettiva di arti pittoriche e visive intitolata “Fragilità e forza nell'arte - un modo per raccontare e raccontarsi”  su iniziativa della Consulta Permanente della Disabilità del Municipio Roma XV in collaborazione con HERMES 2000 Associazione Culturale e per il Tempo Libero e con il Patrocinio della Presidenza del Municipio XV di Roma Capitale.
Alla mostra parteciperanno artisti con disabilità, fisici e/o psicofisici, e artisti senza disabilità, che esporranno le loro opere frutto dell’estro creativo di ognuno di loro.
L’idea nasce con l’intento di trasmettere un messaggio di positività e di fiducia, che è possibile trarre dall’Arte, che consente a chiunque di esercitare le proprie capacità sia fisiche che mentali, senza porre preclusione di sorta né ostacoli insuperabili, libero di potersi esprimere e realizzare se stesso/a.
La mostra è dedicata espressamente al tema della fragilità, di cui intende porre in risalto il valore e il grande potenziale quale condizione che può appartenere a tutti, anch’essa, come l’Arte, non fa alcuna distinzione. 
E' un qualcosa di impalpabile, di invisibile, di impercettibile che può essere di ogni essere umano, in quanto fa parte della vita.
L’Arte come modo e capacità di espressione, non conosce diversità, né tanto più questa costituisce una barriera insormontabile per chi vi si voglia accostare; al contrario, nel mondo artistico la diversità viene concepita come un punto di partenza per riuscire a recuperare e conquistare nuove mete e nuovi traguardi di vita.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 08/01/19 09:52