060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Manifestazioni » S.P.Q.R. - Sono Preziosi Questi Ragazzi - Siamo tutti cittadini romani
Data: da 11/12/08 a 06/01/09

Orario

Dall'11 dicembre 2008 al 6 gennaio 2009 dalle ore 16.00

Dall'11 al 20 Dicembre 2008 dalle ore 16.00 sarà improntato il piano di comunicazione e la campagna informativa. Nella tensostruttura denominata la ”Casa dei Re magi” si raccoglieranno le letterine e gli intenti dei bambini; verranno fissati gli appuntamenti per le video registrazioni, videolettere, messaggi di solidarietà e foto; i bambini saranno invitati a presentarsi dal 20 Dicembre per offrire un regalo; sarà attivato un ufficio stampa; sarà allestito un sito web. 

Dal 20 Dicembre 2008 al 6 gennaio 2009 dalle ore 16.00: in questo periodo saranno raccolti i fondi e i doni, saranno effettuate le video registrazioni, raccolte le letterine. Presso la tensostruttura sarà allestito un maxi schermo che proietterà a ciclo continuo i video messaggi registrati.

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Piazza Navona
Zona: Rione Parione (Navona-Campo de' Fiori) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
due stand di circa 4 x 4 metri

Descrizione

Ispirato al Civis romanus sum, ovvero Sono cittadino romano, che è una locuzione latina che indicava l'appartenenza all'Impero Romano e sottintende, in senso lato, tutti i diritti e i doveri connessi a tale stato (Cicerone, In Verrem 11, V, 162).

L’Associazione di Volontariato “Angeli Quattro”, presieduta dal Consigliere Simonetta Matone, con l’associazione PID “Pronto Intervento Disagio”  e “Un Amore Infinito”, hanno ideato un progetto volto a sensibilizzare la realtà sociale sul tema dei minori ospitati nelle case di accoglienza, in case famiglia e nelle comunità. Il progetto realizzato insieme al Comune di Roma e all’emittente televisiva Teleroma 56, è un’iniziativa con diversi aspetti innovativi che mira a creare una coscienza nei cittadini del nostro Paese, perchè si facciano carico dei nostri “ragazzini” in difficoltà, invece di credere che di questi argomenti dovrebbero farsi carico solo le  istituzioni o, al massimo, le associazione di volontariato.
Il senso di questa iniziativa sta nel collaborare in tutti i modi possibili con le altre associazioni di volontariato che sostengono le varie case famiglia in Italia e all’estero, ma anche ricordare a noi stessi in primis e alle istituzioni, che in realtà la miglior casa famiglia è quella chiusa. Chiusa perché i bambini sono stati tutti presi in affidamento e in adozione.

Motivazione del progetto
L’esperienza del donare all’altro favorisce e instaura l’amicizia, la generosità, la reciprocità e la conoscenza. Il periodo di preparazione al Natale può diventare un cammino di scoperte e di crescita non solo sul piano dello sviluppo della “dimensione religiosa”, ma  anche su quello educativo - pedagogico.

Come si svolgerà il progetto
Dal 7 dicembre sarà allestito uno stand nel luogo tradizionale degli acquisti natalizi, Piazza Navona, dove ai bambini verrà suggerito di mandare una “video lettera” a Babbo Natale o alla Befana. Nella video lettera i bambini rinunceranno a uno dei loro doni, e chiederanno a Babbo Natale e alla Befana di farlo avere ai bambini più bisognosi. Le video-lettere saranno trasmesse quasi in tempo reale su una delle principali televisioni private di Roma (Teleroma 56) e per tutto il periodo dal 20 dicembre al 6 gennaio la telecamera e lo stand saranno in piazza ad attendere i bambini.
Per le famiglie il messaggio è che da quest’anno si inizieranno ad aiutare anche i bambini che vivono a Roma all’interno di case d’accoglienza, case famiglia e comunità. In risposta al loro gesto, i bambini romani leggeranno  una loro letterina davanti alla telecamera di Teleroma 56, e saranno iscritti (con tanto di tessera plastificata con il logo del Comune,) ad uno speciale “Albo della Solidarietà Romana”. Ai bambini e ragazzi verrà chiesto di mandare non tanto la classica “letterina di Natale” ma una sorta di “telegramma” o “comunicazione urgente” per informare Babbo Natale (prima del 25 dicembre) e la Befana (fino al 6 gennaio) o a chi vogliono, e di modificare leggermente la lista dei doni. il bambino “sacrificherà” una piccola parte del suo patrimonio di giocattoli
I genitori, se vorranno seguire l’indicazione dei figli, verseranno presso lo stand il corrispettivo del giocattolo previsto, e con tale cifra si iscriveranno all’“Albo della Solidarietà Romana”. In cambio otterranno una tessera numerata con il logo del Comune di Roma. L’uso dell’albo e delle tessere avrà anche la funzione di “certificare” le donazioni, e rispettare così le norme di “trasparenza e tracciabilità” previste dalle varie normative in materia.
Per quei bambini che decidessero di aiutare i bambini “meno fortunati” ma avessero già ricevuto i loro regali, sarà allestito un servizio di “riacquisto” dei giocattoli, che riportati indietro allo stand ancora imballati, saranno “riacquistati" e “pagati” con la tessera della solidarietà. Anche in questo caso la donazione sarà registrata sulla pagina internet del sito di Angeli Quattro “Sono Preziosi Questi Ragazzi”. I giocattoli così recuperati possono avere due destinazioni: o essere riacquistati in blocco da alcuni sponsor e benefattori (in parte già individuati), oppure essere regalati alle case d’accoglienza di Roma e dintorni. La destinazione finale di denaro e giocattoli, che sarà concordata assieme al Sindaco e in accordo con tutte le organizzazioni collaboranti, sarà certificata formalmente, e anche quella pubblicata sulla pagina internet dedicata al progetto.

La comunicazione
L’emittente Televisiva Teleroma 56 prevede di dedicare almeno un’ora al giorno di trasmissione all’evento a partire da metà dicembre e fino al 6 gennaio. Nei giorni precedenti l’emittente manderà invece in onda normali servizi giornalistici di presentazione dell’evento, uno “speciale”, e alcuni “spot” con svariati testimonial (in corso di definizione) La trasmissione di Teleroma 56 sarà intervallata da brevi interviste a diverse decine di “vip” che già hanno dato la loro disponibilità a visitare lo stand, ad intrattenersi con i bambini in fila, e a dare “il buon esempio” iscrivendosi anche loro (con relativa donazione) all’Albo della Solidarietà Romana.
Il secondo  maxischermo trasmetterà il messaggio informativo che sarà affidato a uno o più  testimonial facilmente riconoscibili. Allo stand si alterneranno per tutto il mese volontari e rappresentanti delle varie realtà dell’adozione a distanza e delle case famiglia romane, che risponderanno a tutte le domande che verranno loro poste sia dai bambini, che dai loro genitori.
Dal 19 dicembre inizierà a pieno ritmo la fase “video”. Per ogni bambino/ragazzo che parteciperà al progetto sarà:
1) filmata la sua “comunicazione urgente a Babbo Natale o alla Befana”;
2) scattata una foto ad alta definizione;
3) registrata la liberatoria firmata da entrambi i genitori,

I genitori, se vorranno seguire l’indicazione dei figli, verseranno presso lo stand il corrispettivo del giocattolo previsto, e con tale cifra si iscriveranno all’“Albo della Solidarietà Romana”. In cambio otterranno una tessera numerata con il logo del Comune di Roma. L’uso dell’albo e delle tessere avrà anche la funzione di “certificare” le donazioni, e rispettare così le norme di “trasparenza e tracciabilità” previste dalle varie normative in materia.
Per quei bambini che decidessero di aiutare i bambini “meno fortunati” ma avessero già ricevuto i loro regali, sarà allestito un servizio di “riacquisto” dei giocattoli, che riportati indietro allo stand ancora imballati, saranno “riacquistati" e “pagati” con la tessera della solidarietà. Anche in questo caso la donazione sarà registrata sulla pagina internet del sito di Angeli Quattro “Sono Preziosi Questi Ragazzi”.

I giocattoli così recuperati possono avere due destinazioni: o essere riacquistati in blocco da alcuni sponsor e benefattori (in parte già individuati), oppure essere regalati alle case d’accoglienza di Roma e dintorni. La destinazione finale di denaro e giocattoli, che sarà concordata assieme al Sindaco e in accordo con tutte le organizzazioni collaboranti, sarà certificata formalmente, e anche quella pubblicata sulla pagina internet dedicata al progetto.

All’iniziativa hanno già aderito con il loro patrocinio: il Ministero delle Pari Opportunità, l’Associazione Telefono Azzurro, la Nando Peretti Foundation, l’Associazione Sportiva Italiana, la Fondazione Adriano Olivetti e il Ministero della Gioventù.

 A cura di:
- Associazione “Angeli 4” onlus  angeliquattro@gmail.com
- Associazione PID “Pronto Intervento Disagio” pid@libero.it
- "Un amore infinito" mauriziocristofori@unamoreinfinito.it
- Teleroma 56
- Comune di Roma

Parole chiave

Data di ultima verifica: 04/12/08 10:40