060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Manifestazioni » Cinemente
Data: da 28/03/19 a 07/04/19

Orario

28 marzo - 7 aprile 2019

Calendario
 
L'inhumaine
28 marzo 2019, 20:00 
 
La vita oscena
29 marzo 2019, 20:00 
 
Sette opere di misericordia
30 marzo 2019, 20:00 
 
Sole Cuore Amore
31 marzo 2019, 18:00 
 
La cena per farli conoscere
3 aprile 2019, 20:00 
 
Che vuoi che sia
4 aprile 2019, 20:00 
 
Io sono Tempesta
5 aprile 2019, 20:00 
 
Lo zio di Brooklyn
6 aprile 2019, 17:00 
 
Ultimo tango a Parigi
6 aprile 2019, 20:00 
 
Manuel
7 aprile 2019, 18:00 ingresso libero PREMIO SPI - CINEMENTE quinta edizione

Ospitato in

Indirizzi

Indirizzo: Via Nazionale, 194
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Ingresso disabili: Via Piacenza, snc
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Sono disponibili sedie a rotelle per visitatori che ne fanno richiesta. Per informazioni +39 06 696271
Ingresso disabili: Via Milano, 13
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Sono disponibili sedie a rotelle per visitatori che ne fanno richiesta. Per informazioni +39 06 696271
Indirizzo: Via Milano, 9A
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Ingresso sala Cinema, Auditorium e ristorante Open Colonna

Informazioni

I posti verranno assegnati a partire da un’ora prima dell’inizio di ogni proiezione. Possibilità di prenotare riservata ai soli possessori della membership card. L’ingresso non sarà consentito a evento iniziato.

Modalità di partecipazione: Ingresso libero fino a esaurimento posti

Contatti

Telefono: .
Fax: .
Email: .

Descrizione

Occasione unica per guardare dentro di noi mescolando cinema e psicoanalisi, Cinemente trasforma la sala Cinema del Palazzo delle Esposizioni in laboratorio aperto alla discussione e alla comprensione dell’agire umano. La visione di film che affrontano punti focali dell’esperienza, seguita dal dialogo tra psicoanalisti, registi e pubblico, costituisce ormai da otto anni un appuntamento irrinunciabile e salutare, una palestra della consapevolezza. Un barometro che registra periodicamente la nostra relazione con il mondo e che ultimamente ci fa avvertire segnali sempre più allarmanti di disagio. Vuoto morale e indifferenza diffusa a ogni livello della società ci portano quest’anno verso il confine labile e fragile tra comportamento umano e disumano. Il rovesciamento di punti di riferimento rassicuranti ci rende sempre più incapaci di capire le nostre emozioni e sentimenti e, conseguentemente, di sintonizzarci con quelli degli altri. La mancanza di empatia è la radice della disumanità apatica che ci minaccia, e il male, come sapeva Simone Weil, è ciò che trasforma gli uomini in cose. Perlustrando il cinema d’autore, non solo quello drammatico ma anche quello sapientemente comico, abbiamo selezionato storie di rifiuto: immigrati, emarginati, senzatetto, giovani sbandati, disoccupati, sono gli “scarti” che la nostra società produce, in un vuoto di umanità senza più misericordia o senso della dignità. Una perdita di valore che minaccia anche la nostra identità e integrità psichica, rendendoci estranei a noi stessi, al nostro corpo, alla nostra storia personale e in sostanza alla vita.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 19/03/19 17:11