060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Manifestazioni » Attracchi
Data: da 04/05/19 a 26/05/19

Orario

dal 4 al 26 maggio 2019

Sabato 4 maggio 2019 - ore 18.30
Domenica 5 magggio 2019 - ore 18.30
Sabato 11 maggio 2019 - ore 18.30
Domenica 12 maggio 2019 - ore 18.30
Domenica 19 maggio 2019 - ore 18.30
Domenica 26 maggio 2019 - ore 18.30

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Largo 3 Giugno 1849
Zona: Quartiere Gianicolense (Roma ovest)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Informazioni

Biglietto: € 7,00

Contatti

Telefono: 06 5814176 dal martedì alla domenica

Descrizione

Nuova rassegna teatrale, a cura di Valeriano Solfiti ed Effetto Joule, intitolata Attracchi.

Opere che trattano la follia, come quella di Rosa e Olindo, la coppia incriminata per l’orribile strage di Erba o quella di Lia, segregata in un ospedale psichiatrico. Ma anche storie normali, storie di resistenza, di orgoglio, di rivincita o storie paradossali.
Una rassegna che vedrà sul palco Cinzia Villari e Lorenzo Profita, Carlotta Piraino, Giancarlo Fares, Emiliano Valente, Davide Tassi, Eleonora Turco e Alessandro Di Somma.

“Attracchi” è il titolo scelto per la rassegna di prosa del Teatro Villa Pamphilj, incentrata su opere di drammaturgia contemporanea, scritture originali o ri-scritture, per uno o due attori.
“Attracchi” perché il Teatro Villa Pamphilj, spazio insolito per collocazione e orari di apertura è un porto aperto, un presidio culturale nel parco, pronto a dare spazio ed evidenza a proposte che non sempre hanno facilità a trovarlo in altri circuiti.
“Attracchi” perché il teatro in sé è porto sicuro e rifugio, occasione di comunità e scambio.
“Attracchi” semplicemente perché è la condizione necessaria per incontrarsi e guardarsi negli occhi, riconoscersi, oppure no, stringere relazioni e lasciarsi andare e ripartire.
Senza un attracco non esisterebbe il viaggio, senza lo spettacolo e l’incontro con il pubblico non esisterebbe il Teatro. Un viaggio ogni volta diverso da sé stesso.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 16/05/19 12:42