060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Manifestazioni » Apertura serale straordinaria di Villa Giulia e di Villa Poniatowski
Data: 15/07/17

Orario

Sabato 15 luglio 2017
dalle ore 19.30 alle 22.30

Ultimo ingresso alle ore 21.30

Ospitato in

Informazioni

Biglietto intero: € 3,00 (acquistabile dalle ore 19.00 alle 21.30
Biglietto ridotto: € 1,50 (cittadini della UE di età 18-25 anni e gli altri aventi diritto)
Biglietto gratuito:
per i minorenni e gli altri aventi diritto e per i titolari dello speciale abbonamento annuale al Museo

Contatti

Descrizione

Prima delle aperture straordinarie serali del Museo con un ricco programma di concerti, conferenze, lezioni, spettacoli, visite tematiche e molto altro. Un’occasione unica per trascorrere alcune ore nel Museo più rappresentativo della civiltà etrusca e, al contempo, una delle Ville più affascinanti del Rinascimento italiano, approfittando del fresco serale.

Nel biglietto di ingresso sono comprese visite tematiche gratuite secondo il seguente programma:

Ore 19.30; 20.30; 21.30
Il racconto della villa (a cura di Luca Mazzocco).
Introduzione alla villa di Papa Giulio III (1550-1555), alla cui realizzazione parteciparono i più grandi artisti del tempo: Giorgio Vasari, Jacopo Barozzi da Vignola, Bartolomeo Ammannati, Pietro Venale da Imola, Taddeo Zuccari e Prospero Fontana. Il visitatore potrà in tal modo apprezzare le caratteristiche architettoniche e decorative di questo straordinario complesso caratterizzato per altro dal magnifico ninfeo, il primo “teatro d’acque” di Roma, alimentato da una canalizzazione dell’Acquedotto Vergine, di età romana.
---------------------------------------------------

Ore 20.00; 21.00
Alla scoperta di Villa Poniatowski (a cura di Francesca Licordari).
Il visitatore verrà guidato alla scoperta della splendida villa costruita nella seconda metà del XVI secolo e ristrutturata alla fine del Settecento da Giuseppe Valadier su commissione di Stanislao Poniatowski, nipote dell’ultimo re di Polonia. All’interno sono esposte le antichità provenienti dall’Umbria (Terni, Gualdo Tadino e Todi) e dal Lazio antico (in particolare da Satricum e da Palestrina con i sontuosi corredi delle tombe Barberini e Bernardini).

(prenotazione obbligatoria per gruppi max. 25 persone a turno: mn-etru.comunicazione@beniculturali.it precisando orario prescelto e numero di persone da prenotare).
------------------------------------------------------

Ore 20.15; 21.15
Gli Ori Castellani (a cura di Maria Paola Guidobaldi).
Il racconto delle straordinarie creazioni di oreficeria della famiglia Castellani e della loro collezione di antichità, donata al Museo di Villa Giulia il 22 gennaio del 1919, con un approfondimento sulla vicenda del furto del 2013 e del suo insperato lieto fine grazie all’azione del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell’Arma deiCarabinieri. I gioielli di recente recuperati e restituiti al museo sono ora eccezionalmente esposti nella Sala di Venere, nell’ambito della mostra “Opera Libera” .
-----------------------------------------------

Ore 19.30; 20.30
“Opera Libera”: il racconto della mostra (con Sara Maria d’Onofrio e Maria Pia Bevilacqua, curatrici dell’esposizione).
La mostra, promossa da Wikimedia Italia insieme al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia e EneganART, raccoglie diversi nuclei di opere che nascono dalla partecipazione attiva degli utenti in una riscoperta del patrimonio artistico, culturale e archeologico come bene appartenente a tutti. Alla base di tutti i lavori esposti sta il concetto comune di opera libera, intesa sia come contenuto svincolato da limitazioni e licenze, sia come bene culturale fisicamente fruibile da parte di chiunque e liberamente riproducibile.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 14/07/17 14:48