060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Incontri » Percorsi e azioni d'arte, pensieri e vita di donne-Il godimento femminile. Un percorso attraverso gli studi di Jacques Lacan
Data: 26/09/19

Orario

Giovedì 26 settembre 2019
ore 17.00-18.00 - Sala espositiva I piano

Ospitato in

Indirizzi

Indirizzo: Via Francesco Crispi, 24
Zona: Rione Campo Marzio (P.Spagna-P.Popolo-Pincio) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Ingresso disabili: Via Zucchelli, 7
Zona: Rione Colonna (Pantheon-Montecitorio-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
E’ necessario richiedere l’apertura dell’accesso disabili, citofonando in via Crispi, 24 oppure telefonando ai numeri della Galleria: 06 4742848; 06 4742909

Informazioni

Partecipazione gratuita previo acquisto del biglietto d'ingresso secondo tariffazione vigente.
Gratuito per i possessori della MIC card.


Informazioni e prenotazioni
Tel. 060608 (tutti i giorni 9.00-19.00)

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Contatti

Descrizione

Incontro tenuto dal Dott. Alex Pagliardini, psicanalista, membro Alipsi e responsabile del centro Jonas Roma, nell’ambito della mostra Donne. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione.

La psicoanalisi si è sempre occupata, a partire dal suo fondatore Sigmund Freud, della questione della femminilità. Lo ha fatto con insistenza e non senza difficoltà. Lo psicoanalista francese Jacques Lacan si è inserito in questo solco, portando un contributo originale e, ancora una volta, non privo di problemi.
Nel suo insegnamento la femminilità si caratterizza come una particolare declinazione dell'amore, del desiderio e del godimento. Quest'ultima declinazione è probabilmente la più significativa. La potenza senza sosta del godimento si declina, nella vita di ciascuno, fondamentalmente e soprattutto al maschile, ossia istituendo un limite e il suo superamento, un interdetto e la sua trasgressione, una legge e la sua violazione, una rinuncia e un eccesso, una perdita e un ritrovamento. Ma non tutto si riduce a questo. C'è una declinazione al femminile della potenza del godimento che si realizza al di là di quella maschile, eccedendo e strabordando i limiti del maschile. Per questo tratto eccessivo, e per altre ragioni, nella vita di ciascuno risulta più difficile, e più raro, al di là dei proclami, frequentare il godimento femminile.
La pratica psicoanalitica è, per molti versi, un'esperienza volta a permettere a chi vi si sottopone di trovare un modo per frequentare il godimento femminile. Anche la pratica artistica è un'esperienza che di per sé tende a frequentare questo godimento, a farsi scrivere, tracciare, muovere da esso...

In questo incontro ci si addentrerà con semplicità nei passaggi qui indicati, sottolineandone gli aspetti più irrisolti.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 29/03/19 09:32