060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Danza » Another Change, Refuge, Dis-Crimine
Data: da 29/09/18 a 30/09/18

Orario

Sabato 29 settembre ore 21:00
Domenica 30 settembre ore 18:00

Ospitato in

Indirizzo

Indirizzo: Via Bruno Cirino
Zona: Torre Angela (Roma est)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
Angolo di Viale Duilio Cambellotti e Via Tor Bella Monaca

Informazioni

Intero: € 10,00
Ridotto: da € 7,00 a € 8,00

Il biglietto è unico per tutti e 3 gli spettacoli

Contatti

Descrizione

Another Change

Concept e coreografia Francesca B. Vista
drammaturgia Rafaele Morellato Lampis
musiche originali Andrea Lamacchia
con Francesca B. Vista e Gianluca Possidente
Francesca Beatrice Vista | Compagnia Atacama

Another Change è un rituale contemporaneo che si basa sul celebre e antico Libro dei mutamenti (I Ching),  spesso utilizzato come metodo compositivo nella musica e nella danza contemporanea. La partitura è una trasformazione continua dello stato di cose presente. Un flusso di mutamenti senza soluzione di continuità, che chiede solo al corpo di adattarsi, abitare e condividere le molteplici possibilità. Va in scena nei pressi di solstizi ed equinozi o per eventi particolari, come la giornata della Terra. Per cui si osservano i differenti frutti e i diversi moti: di rotazione, rivoluzione, traslazione… luci e ombre e arcaiche tradizioni.

Refuge

Diretto da Mirtes Calheiros
con Ederson Lopes e Mirtes Calheiros
musiche e registrazioni Diogo Soares e Marcelo Catelan
scene Ederson Lopes

Testimonianze di Misaki Niwa (Japan), Giovanni Pirelli (Italy), Hervé Fuet de froberville (France), Yazan Albe (Syria), Kathleen Kunath (Germany), Dawn Fleming (England – Ireland – Canada), Daniel Gamarra Astegui (Uruguay), Ynes Chiang (Taiwan)

Artesãos do corpo

In un contesto di globale crisi economica, politica, sociale e ambientale, non possiamo non porre l’attenzione al numero sempre crescente di sfollati, rifugiati e migranti in tutto il mondo. In una città come San Paolo, dove c’è un’eterna crisi tra passato e futuro, man mano che gli spazi storici e simbolici della città vengono distrutti o de-caratterizzati, impedendo così alle persone di stabilire connessioni, legami e affettività, diventa sempre più difficile creare una collettività ben salda. Vogliamo dare voce, corpo e peso a diverse storie e esperienze condivise nella città di San Paolo, per creare una nuova idea di casa. Per necessità, imposizione o scelta, gli “stranieri” sono i protagonisti nella costruzione di nuove possibilità per mantenere salde le radici. Quelle radici con cui creare e nutrire ramificazioni affettive capaci di disegnare nuovi territori, individuali e collettivi.
Dis - crimine

In collaborazione con il violoncellista Andrea Rellini
coreografie Simona Cieri
soggetto Rosanna Cieri
musiche originali Andrea Rellini
regia Rosanna e Simona Cieri
con Martina Agricoli, Andrè Alma, Elisa Bartoli, Ilaria Fratantuono, Roberta Morello, Mattia Solano
MOTUS Danza

Senza indugi tracciamo il solco della separazione, nutriti da timore e sospetto e ben attenti a misurare la distanza che garantisce il nostro distacco. Guardinghi, procediamo sistematicamente allo smembramento di tutto quanto diverga, manifestando sguaiatamente il nostro disprezzo. In nome di una dissennata verità, giustifichiamo qualunque ferocia pur di sostenere una sfrenata presunzione. Innalziamo muri senza neppure accorgerci del fatto che siamo sempre più soli.

Parole chiave

Data di ultima verifica: 24/08/18 10:45