060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Eventi e spettacoli » Cinema » ‘Sarah joue un loup-garou’, di Katharina Wyss Introduzione e Q&A con la regista Katharina Wyss e Giona A. Nazzaro, Direttore Artistico del Locarno Film Festival. Necessaria prenotazione
Data: 01/02/22

Descrizione

L’Istituto Svizzero presenta la proiezione dell’opera prima della sceneggiatrice e regista Katharina Wyss, Sarah joue un loup-garou, presentato in anteprima mondiale alla Settimana Internazionale della Critica a Venezia nel 2017. Introduzione e Q&A con la regista Katharina Wyss e Giona A. Nazzaro, Direttore Artistico del Locarno Film Festival. Prenotazione Eventbrite: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-sarah-joue-un-loup-garou-243723322017 ‘Sarah joue un loup-garou’, di Katharina Wyss In francese, sottotitoli in italiano. In presenza della regista. https://www.youtube.com/watch?v=n5RHhmP3Nwc Sul palco la diciassettenne Sarah dà tutta se stessa. Quando si esibisce c’è un attimo in cui sembra trasformarsi completamente nel personaggio che interpreta. Cosa si nasconde dietro una presenza scenica così radicale? Un segreto oscuro che tenta di esprimere. Un ambiente familiare claustrofobico. Il bisogno di avere accanto a sé un fidanzato, un amico, qualcuno in cui confidare. Più il desiderio si fa forte, più Sarah rischia di allontanare le persone che tentano di starle vicino. Alcuni giorni nella vita di una ribelle e la sua lotta incessante per sfuggire alla solitudine. «Il lungometraggio di debutto della regista svizzera Katharina Wyss, presentato in anteprima al festival di Venezia nel 2017, è estremamente serio sul teatro e sulla vita degli adolescenti, entrambi spesso liquidati in modo scherzoso»  Chris Wiegand, The Guardian Katharina Wyss è una regista svizzera. Si è laureata in regia cinematografica presso la German Film and Television Academy Berlin DFFB, dopo un MA in filosofia e storia del cinema presso la Freie Universität Berlin ed ENS e Sorbonne Nouvelle Paris. Il suo lungometraggio Sarah joue un loup-garou (Sarah plays a werewolf) è stato presentato in anteprima alla Settimana della Critica di Venezia 2017 e ha vinto diversi premi. Tra il 2019 e il 2020 ha insegnato alla German Film and Television Academy Berlin (DFFB) e alla ECAL/École cantonale dʼart de Lausanne. Il filmmaking di Katharina Wyss si basa su unʼampia ricerca. Per il suo nuovo progetto ha trascorso diverse settimane a Mosca e Lucerna e ha esaminato montagne di documenti negli archivi svizzeri e tedeschi. Dopo la conclusione dellʼindagine documentaria, scolpisce passo dopo passo la storia di finzione a partire dal materiale raccolto.

Parole chiave