060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Verde » Giardini, ville e parchi urbani » Villa Aldobrandini
Tipologia: Parco Storico, Villa

Indirizzo

Indirizzo: Via Mazzarino, 11
Zona: Rione Monti (Colosseo-S.Giovanni-S.Maria Maggiore) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Orario

il giardino apre dall'alba al tramonto. Si può visitare liberamente. 
I tre padiglioni, posti nei tre angoli del parco, NON SONO visitabili.
___________________________________________________

L'edificio patronale a cui si accede da Via Panisperna, è stato concessa in uso dallo Stato all’UNIDROIT e non è visitabile

Descrizione

Situata in alto su via IV Novembre, uno spettacolare giardino pensile di 8.000 metri quadri. Villa storica e vincolata, di non grandi dimensioni ma di grande importanza per il sovrapporsi di tracce risalenti ad epoche diverse.

Realizzata nella seconda metà del Cinquecento dall'architetto Carlo Lambardi per la famigli Vitelli, la villa fu ampliata agli inizi del Seicento da Giacomo Della Porta per il potente cardinale Pietro Aldobrandini e divenne sede di un'importante collezione artistica che la rendeva uno dei punti di richiamo per artisti e viaggiatori. L'apertura del tracciato di Via Nazionale, alla fine del XIX secolo, ha sacrificato gran parte del giardino storico ed ha trasformato la villa in un giardino pensile, sostenuto dagli alti muraglioni su cui si affacciano tre padiglioni, uno cinquecentesco e gli altri due costruiti successivamente ad imitazione di quello antico.

La villa, alla quale si accede da Via Mazzarino, è costituita da giardini disposti su piani diversi, collegati da scale. Il giardino superiore, il più grande e suggestivo, dall’affaccio di Largo Magnanapoli offre al visitatore una magnifica vista che spazia dalla salita del Grillo, attraverso i Mercati di Traiano e la Torre delle Milizie, fino al Palazzo del Quirinale. La villa, grazie alla varietà delle sue piante e dei suoi alberi, è un piccolo orto botanico, ricco di specie rare (da segnalare un’Erytrina crista galli) e di una gran varietà di palme e di agrumi. Numerose sculture - resti della ricchissima collezione Aldobrandini, oggi in parte sostituite da copie - e significative fontane a forma di stella adornano il giardino. Sul versante occidentale, il sentiero delle camelie digrada verso Via Nazionale, su cui si affaccia una lunga terrazza balaustrata, decorata da vasi e busti ottocenteschi.

La villa è proprietà dello stato:
- il palazzo e parte del giardino, oggi recintati e chiusi al pubblico, furono assegnati all'Istituto Internazionale per l'Unificazione del Diritto Privato;
- il resto del parco, con i tre padiglioni, è passato al Comune di Roma che, su progetto di Cesare Valle, fece costruire nel 1938 una scalinata per il nuovo ingresso pubblico su via Mazzarino. Solo il giardino è aperto e visitabile
Data di ultima verifica: 09/03/18 11:36