060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Verde » Giardini, ville e parchi urbani » Giardino retrostante il Fontanone dell'Acqua Paola
Tipologia: Parco Storico

Indirizzo

Indirizzo: Via Garibaldi, 30
Zona: Rione Trastevere (Gianicolo) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: 060608 (tutti i giorni ore 9.00-19.00) info e prenotazioni

Orario

Al piccolo giardino è possibile accedere solo su prenotazione (max 25 persone a visita)

Informazioni

Tariffe:
Intero € 4,00
Ridotto € 3,00

Nel costo non è compresa la visita guidata, a cura delle associazioni culturali.

Modalità di partecipazione:
Prenotazione telefonica obbligatoria:
per gruppi e scuole: 060608 tutti i giorni 9.00-19.00.

Le date di apertura delle prenotazioni per le visite del 2020/2021 sono:
12 Settembre 2019: per il trimestre Gennaio/ Febbraio/Marzo 2020
12 Dicembre 2019: per il trimestre Aprile/Maggio/Giugno 2020
11 Marzo 2020: per il trimestre Luglio, Agosto, Settembre 2020
11 Giugno 2020: per il trimestre Ottobre, Novembre, Dicembre 2020
10 Settembre: per il trimestre Gennaio, Febbraio, Marzo 2021
10 Dicembre: per il trimestre Aprile, Maggio, Giugno 2021

L'ingresso è consentito solo a gruppi accompagnati.

La prima domenica del mese l'ingresso ai monumenti del territorio è gratuito per i residenti a Roma e nell’area della Città Metropolitana.
L'accesso è sempre su richiesta e prenotazione di gruppi e associazioni culturali.
La visita guidata, che è a cura di associazioni culturali, deve essere concordata direttamente con l'associazione culturale.

Condizioni di gratuità e riduzioni:
www.museiincomuneroma.it/informazioni_pratiche/condizioni_di_gratuita_e_riduzioni

Modalità di partecipazione: Prenotazione obbligatoria

Descrizione

Alle spalle della fontana si estendeva nel Seicento un grande giardino che papa Alessandro VII Chigi (1655-1667) aveva destinato ad Orto Botanico, trasferito successivamente nell’attuale sede di Villa Corsini alla Lungara a partire dal 1883. A ricordo di tale sistemazione rimane il piccolo giardino sul retro del monumento, al quale si accede attraverso una scalinata in via Garibaldi n. 30, e da dove si può godere una magnifica vista panoramica della città.

Sopra il portale di ingresso in bugnato di travertino è collocata un lapide recante la scritta “I castello di divisione”, che indica il punto di distribuzione dell’acquedotto Traiano-Paolo alle varie utenze della città. Di tali castelli di divisione se ne contano cinque in questa zona ed infatti il secondo castello è collocato proprio a sinistra della scala di accesso al giardino, come indica la lapide sopra la porta.
Entrati nel giardino, sulla destra è collocata una fontana a ninfeo in cui compaiono i simboli araldici dell’aquila e dei draghi di Paolo V, mentre lo stemma di coronamento con le tre pignatte in campo risale al pontificato di Innocenzo XII Pignatelli (1691-1700).

Sulla sinistra si estende un loggiato sormontato dallo stemma della famiglia Borghese, al cui interno in data non precisabile è stata murata una serie di stemmi papali e di iscrizioni marmoree: partendo da sinistra si possono notare lo stemma con i leoni rampanti di Pio IX Mastai-Ferretti (1846-1878); lo stemma con la quercia di Sisto IV Della Rovere (1471-1484); un’iscrizione marmorea sull’Acquedotto Vergine; una porzione di lapide il cui testo frammentario fa riferimento al pontefice Innocenzo XI Odescalchi (1676-1689); un’iscrizione ottocentesca  sull’Acquedotto Vergine; una lapide con incise alcune sezioni di condotte di diversa portata; sopra la chiave dell’arco uno stemma con figura di donna; uno stemma cardinalizio settecentesco con campo quadrettato (Strozzi?); una lapide con incisa la pianta dei condotti dell'Acqua Vergine all'interno del giardino di Cristoforo Cenci sito nei pressi di piazza Capo di Ferro; lo stemma con l'arme degli Orsini di papa Benedetto XIII (1724-1730).
Nel giardino sono inoltre presenti numerose colonne marmoree e di granito, capitelli, un sarcofago ed elementi lapidei.

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Data di ultima verifica: 18/12/19 12:22