060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Verde » Giardini, ville e parchi urbani » Giardini di Castel Sant'Angelo - Parco della Mole Adriana
Tipologia: Parco Storico

Indirizzo

Indirizzo: Lungotevere Castello
Zona: Rione Borgo (Castel Sant'Angelo) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Orario

Aprile - Settembre: aperti dalle 7.00 alle 21.00
Ottobre - Marzo: aperti dalle 7.00 alle 19.00

Nota Bene: il cancello di comunicazione con Castel Sant'Angelo è chiuso.
Per accedere ai giardini bisogna utilizzare gli altri ingressi

Eventi in programma

Descrizione

Il parco è stato realizzato negli anni trenta da Attilio Spaccarelli e prende il nome dal mausoleo fatto costruire nel 134-139 dall'imperatore Adriano a imitazione di quello di Augusto che si trova dall'altra parte del Tevere. Nei secoli successivi l'edificio subì numerose modifiche e venne trasformato in fortezza, da cui la denominazione di castello. Il nome S. Angelo deriva dalla leggenda secondo la quale papa Gregorio Magno, passando in processione durante la peste che colpì Roma nel 590, avrebbe visto in cima alla Mole Adriana un angelo che stava rinfoderando la spada. Castel S. Angelo venne adibito a fortezza pontificia: un passaggio sopraelevato, detto il Passetto, lo collega tuttora al Vaticano.
Nel 1911 l’area, inserita nell’itinerario dell’Esposizione Universale di Roma, fu trasformata in parco. L’attuale configurazione conserva le caratteristiche del progetto originario, che prevedeva l’estensione del doppio filare d’alberatura attraverso l’inserimento di aiuole geometriche, allineate lungo il perimetro della cinta quadrata e un sistema di aiuole triangolari, collocate nella piazza d’Armi. In quella occasione venne inoltre previsto un nuovo sistema di collegamento delle diverse aree del giardino, esteso su differenti livelli, attraverso due scalinate imponenti, coronate da esedre, situate di fronte ai bastioni, che ancora oggi risaltano per la loro monumentalità.

Il giardino si divide in tre ambiti: la pineta che nel tempo ha assunto una funzione di verde di quartiere, la passeggiata dei bastioni utilizzata per lo più per mostre e spettacoli ed il fossato. Nel 1999 questi tre ambiti sono stati completamente ripristinati e un nuovo spazio verde ha arricchito l'area pedonale di Castel S. Angelo. Si tratta di un giardino moderno che evoca le forme del giardino classico all'italiana.

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Musei
Accoglienza › Servizi › Servizi turistici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Data di ultima verifica: 08/06/18 14:54