060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Luoghi e utilità per lo spettacolo » Teatri » Teatro di Villa Torlonia
Tipologia: Spettacolo

Indirizzo

Indirizzo: Via Lazzaro Spallanzani, 1/a
Zona: Quartiere Nomentano (Roma nord)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza
All'interno del Parco di Villa Torlonia

Contatti

Orario

Aperto solo durante le attività e le visite guidate previste in calendario e solo su prenotazione.
La prenotazione degli spettacoli , generalmente, aprono 7 giorni prima della data dello spettacolo.

Accesso a Villa Torlonia e al Teatro a persone con disabilità motorie
È consentito l’accesso in Villa alle autovetture con contrassegno di invalidità.
È permesso l’accompagno presso il Teatro. Non è permessa la sosta.
Teatro di Villa Torlonia: una rampa permette l’accesso all’ingresso.
La prima galleria del teatro è raggiungibile con ascensore di dimensione standard.
Chiedere al personale di custodia l’attivazione dell’ascensore.

Eventi di oggi

Eventi in programma

Dream for two (Musica) da 16/12/16 a 17/12/16
Oscar W (Teatro) 18/12/16

Manifestazioni in programma

Descrizione

Lo storico Teatro di Villa Torlonia, aperto nel dicembre 2013 dopo un lungo restauro, è protagonista di un'offerta teatrale pubblica e accessibile che promuove la conoscenza e la formazione dello spettatore nell’ambito delle finalità statutariamente previste da Roma Capitale. Il Teatro di Villa Torlonia rappresenta un unicum nel panorama culturale cittadino per la sua speciale configurazione architettonica e per la sua storia.

Un teatro di corte ottocentesco, con una straordinaria “impaginazione” di affreschi, mosaici, statue e pitture, che ospita un cartellone di spettacoli e appuntamenti capaci di entrare in relazione con un palcoscenico ed un contesto particolari, valorizzando le diverse vocazioni della Villa, scrigno che racchiude tesori ambientali, artistici, monumentali e memorie storiche. La proposta culturale offre stimoli e occasioni per tutti i pubblici e riserva attenzione a progetti speciali, che difficilmente trovano collocazione negli altri teatri cittadini. Ecco allora gli appuntamenti internazionali e trasversali ai più vari linguaggi espressivi: spettacoli teatrali e concerti, proiezioni cinematografiche e conferenze, approfondimenti d’arte e visite guidate, incontri e reading, installazioni e mostre. Il Teatro di Villa Torlonia è, inoltre, un progetto per la città caratterizzato dal coinvolgimento di Ambasciate, Accademie Internazionali, Enti ed Istituzioni Culturali italiane e straniere. È anche un luogo dove si aprono spazi teorici e pratici per la formazione dello spettatore e delle giovani generazioni di artisti, grazie all’ausilio e alla collaborazione con le Università. Uno spazio pubblico, luogo di confronto sulla creazione scenica tra artisti e operatori del settore.

La stagione del Teatro di Villa Torlonia è promossa da Roma Capitale, Dipartimento Attività Culturali – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura.

IL TEATRO DI VILLA TORLONIA: LA STORIA
La storia del Teatro Villa Torlonia risale al 1841 quando fu commissionato dal principe Alessandro Torlonia all'Architetto Quintiliano Raimondi per festeggiare le sue nozze con Teresa Colonna, ma per diversi ed infausti motivi i lavori terminarono solo nel 1874.
Oltre agli spazi scenici, forniti di tutti gli apparati tecnici, furono realizzati ambienti laterali per intrattenere gli ospiti durante le feste private del principe. Il progetto rispecchia il gusto eclettico dell’epoca con la compresenza di diversi stili: classico e maestoso nel corpo centrale,
nordico nella serra in vetro e ghisa del prospetto meridionale, gotico, moresco, greco-romano e rinascimentale nella decorazione delle sale degli appartamenti laterali. Quasi tutte le pitture del Teatro furono realizzate da Costantino Brumidi, un grande artista poco noto in
Italia, ma celebre negli Stati Uniti dove affrescò il Capitol di Washington, lavoro che gli valse l’appellativo di “Michelangelo d’America”.
Il Teatro, così come tutto il complesso di Villa Torlonia, fu acquisito dal Comune di Roma nel 1978. I danni provocati dall’occupazione anglo-americana (1944-1947) e da decenni di furti e abbandono hanno reso la struttura fatiscente e l’hanno privata degli arredi. I lavori di
restauro e di adeguamento funzionale, diretti dall’Area Progettazione di Zètema Progetto Cultura sotto il controllo e la supervisione scientifica della Sovrintendenza Capitolina, sono risultati estremamente complessi ma sono stati realizzati nel totale rispetto del preesistente.

Parole chiave

Vedi anche

Cultura e svago › Verde › Giardini, ville e parchi urbani
Data di ultima verifica: 20/07/16 08:33