060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Luoghi e utilità per lo spettacolo » Teatri » Teatro dell'Opera (Costanzi)

Indirizzo

Indirizzo: Piazza Beniamino Gigli, 7
Zona: Rione Castro Pretorio (Porta Pia) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: +39 06 481601
Fax: +39 06 4881755
Sito web: www.operaroma.it
Acquisto online: www.ticketone.it

Orario

Botteghino Teatro dell'Opera:
Piazza Beniamino Gigli, 1 - 00184 Roma
Tel. 06 48160255 – 06 4817003 - Fax 06 4881755
ufficio.biglietteria@operaroma.it

Orari di apertura:

Dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 18.00; domenica dalle 9.00 alle 13.30.
La Biglietteria è sempre chiusa nei giorni di festività.

Chiusa dal 10 al 31 agosto.

I soli biglietti relativi allo spettacolo del giorno saranno venduti nel luogo di rappresentazione:

•al Teatro dell’Opera, da un’ora prima e fino a quindici minuti dopo l’inizio dello spettacolo;


•alle Terme di Caracalla, a partire da un’ora e mezza prima e fino a 30 minuti dopo l’inizio della rappresentazione.

Informazioni

prezzi: http://www.operaroma.it/biglietteria/prezzi/

acquisto biglietti: http://www.operaroma.it/biglietteria/acquista-biglietti/

abbonamenti: http://www.operaroma.it/biglietteria/abbonamenti/

Le forme di pagamento dei biglietti allo sportello sono le seguenti:

  • con denaro contante in Euro
  • con assegno circolare “non trasferibile” intestato a Fondazione Teatro dell’Opera di Roma
  • con assegno bancario intestato a Fondazione Teatro dell’Opera di Roma e previa esibizione di un documento d’identità
  • con carta bancomat e carte di credito: American Express, Visa, CartaSi, Diners, JCB, Maestro, BankAmericard, Mastercard
  • Prenotazione telefonica al n° 06 48160255 e ritiro allo sportello entro 48h (possibile entro 5 giorni dalla data dello spettacolo).

Prenotazione via fax allo 06 4881755 o via mail ufficio.biglietteria@operaroma.it senza pagamento di alcuna commissione e, previa conferma della stessa, pagamento con bonifico bancario entro 5 giorni dalla ricezione della conferrma (possibile entro 19 giorni dalla data dello spettacolo)

Altre modalità di acquisto:

Acquisto on line con carta di credito, senza pagamento di alcuna commissione, www.listicket.it

Punti vendita LisTicket

Acquisto attraverso call center LisTicket con carta di credito: 892982 (dall’estero 00390260060900)

Pagamento: American Express, Diners, Jcb, Visa

Convenzionato con

Roma Pass
Cosa offre:

Roma Pass: per i possessori della card sconto del 10% (escluso le prime e i posti di balconata e galleria). L’agevolazione è estesa anche ad un accompagnatore. Per le recite fuori abbonamento la riduzione è del 20%.

Convenzioni e agevolazioni:  http://www.operaroma.it/biglietteria/agevolazioni/

Eventi in programma

La Traviata (Teatro) da 29/10/17 a 04/11/17
Don Chisciotte di Ludwig Minkus (Danza) da 15/11/17 a 23/11/17
Lo schiaccianoci di Peter CiajKovskij (Danza) da 31/12/17 a 07/01/18
I masnadieri di Giuseppe Verdi (Teatro) da 21/01/18 a 04/02/18
Soirée Française (Danza) da 28/01/18 a 03/02/18
La sonnambula di Vincenzo Bellini (Teatro) da 18/02/18 a 03/03/18
La traviata di Giuseppe Verdi (Teatro) da 24/02/18 a 04/03/18
Kylian Inger Forsythe (Danza) da 15/03/18 a 21/03/18
Tosca di Giacomo Puccini (Teatro) da 07/04/18 a 18/11/18
Billy Budd di Benjamine Britten (Teatro) da 08/05/18 a 15/05/18
Manon di Jules Massenet (Danza) da 25/05/18 a 31/05/18
La Bohème di Giacomo Puccini (Teatro) da 13/06/18 a 24/06/18

Descrizione

Il Teatro dell’Opera, per il periodo compreso tra la sua edificazione (1879), voluta da Domenico Costanzi (1810-1898), e il 1926, anno in cui il teatro fu acquistato dall’allora Governatore di Roma, portò il nome del suo costruttore.
Domenico Costanzi, impresario edile, ne affidò la realizzazione all’architetto milanese Achille Sfondrini (1836-1900), specializzato nella costruzione e nel restauro di teatri. Edificato in diciotto mesi sull’area anticamente occupata dalla villa di Eliogabalo, fu inaugurato il 27 novembre 1880 con l’opera Semiramide di Rossini, diretta dal maestro Giovanni Rossi, alla presenza dei sovrani d’Italia.
Sfondrini progettò il teatro privilegiando soprattutto il risultato acustico e concependo la struttura interna come una “cassa armonica”; la forma a ferro di cavallo ne è una delle prove più evidenti.
In origine il teatro, in grado di accogliere 2212 spettatori, disponeva di tre ordini di palchi, di un anfiteatro e di una galleria, il tutto sormontato dalla cupola, di pregevole fattura, affrescata da Annibale Brugnoli.
Costanzi, che vi aveva investito quasi tutto il proprio patrimonio, conseguentemente al perentorio rifiuto, da parte dell’Amministrazione Comunale, di comprare il Teatro, fu obbligato a diventarne il diretto gestore; pur costretto ad affrontare vari problemi di natura economica, sotto la sua direzione “impresariale”, il Teatro ospitò «prime assolute» di opere, quali Cavalleria rusticana (17 maggio 1890) e L’amico Fritz di Mascagni 31 ottobre 1891), poi diventate famosissime.
Dopo un breve periodo, sotto la direzione del figlio di Costanzi, Enrico, al quale va riconosciuto il merito di aver contribuito alla realizzazione di altre grandi “prime”, come Tosca di Puccini (14 gennaio 1900) e Le maschere (17 gennaio 1901), la conduzione amministrativa del Teatro Costanzi fu rilevata nel 1907 dall’impresario Walter Mocchi (1870-1955), per conto della Società Teatrale Internazionale e Nazionale (STIN).
Nel 1912 Emma Carelli (1877-1928), moglie di Mocchi, divenne direttrice e responsabile della nuova «Impresa Costanzi», così ribattezzata dopo varie trasformazioni di ordine societario. Con l’acquisizione del Costanzi da parte del Comune di Roma, il teatro diventò “Teatro Reale dell’Opera” e ne fu disposta una parziale ristrutturazione, affidata all’architetto Marcello Piacentini. Chiuso, pertanto, il 15 novembre 1926, fu nuovamente inaugurato il 27 febbraio 1928 con l’opera Nerone di Boito, diretta dal maestro Gino Marinuzzi.
Con l’avvento della Repubblica, acquisita l’attuale denominazione di “Teatro dell’Opera”, l’edificio nel 1958 subì, per volontà dell’Amministrazione Comunale, un’ulteriore ristrutturazione e ammodernamento.
Nel corso di oltre un secolo di vita, il Teatro dell’Opera ha visto aumentare sempre più il proprio prestigio anche in campo internazionale. Nelle numerose stagioni si sono succeduti interpreti di fama mondiale, da Caruso a Gigli, Šalljaplin, Pertile, Lauri Volpi; dalla Muzio alla Caniglia, Maria Callas, Renata Tebaldi, Montserrat Caballé, Marilyn Horne, Raina Kabaivanska; da Del Monaco a Corelli, Giuseppe Di Stefano, Tito Gobbi, Alfredo Kraus fino a Raimondi, Carreras, Domingo, Pavarotti.
E direttori illustri quali Erich Kleiber, Klemperer, Toscanini, De Sabata, Marinuzzi, Gui, Serafin, Von Karajan, Gavazzeni, Solti, Abbado, Prêtre, Mehta, Maazel, Rostropovich, Patanè, Sinopoli, Sawallisch, Sanzogno, Gelmetti e dal 2008 il Maestro Riccardo Muti.

Per informazioni sull'Archivio Storico e Audiovisuale (aperto al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.30)

http://www.operaroma.it/archivio-storico/

Servizi

» Bar
» Guardaroba

Per saperne di più

Cultura e svago › Luoghi e utilità per lo spettacolo › Servizi per lo spettatore

Prevendita

Cultura e svago › Luoghi e utilità per lo spettacolo › Biglietterie
Data di ultima verifica: 22/08/17 11:51