060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Tipologia: Chiesa chiusa al culto

Indirizzo

Indirizzo: Foro Romano
Zona: Rione Campitelli (Foro Romano- Campidoglio-P.Venezia) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: +39 06 480201 centralino della Soprintendenza
Telefono: Info e prenotazioni 0039 06 39967700 (lun-ven 9.00-17.00; sab 9.00-14.00)

Orario

chiuso il venerdì
Orario invernale (fino al 31marzo) dalle ore 13:00 alle ore 15:30
Orario estivo (1 aprile - 30 settembre) dalle ore 14:30 alle ore 18:30

Chiusure
25 dicembre, 1 gennaio, 1 maggio, le prime domeniche del mese da gennaio a marzo e da ottobre a dicembre e nelle seguenti giornate gratuite 9 maggio, 5 giugno, 29 giugno, 23 settembre, 4 ottobre, 4 novembre, 22 novembre, 18 dicembre.
 

Informazioni

Intero: € 16,00
Ridotto: € 2,00
giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni della comunità europea
Diritto di prenotazione: € 2,00

Il biglietto, valido 1 giorno, comprende:
un solo ingresso al Foro Romano Palatino
ingresso a 7 luoghi ad ingresso speciale a seconda delle disponibilità
- ​Criptoportico neroniano
- Museo Palatino
- Aula Isiaca – Loggia Mattei
- Casa di Augusto
- Casa di Livia
- Tempio di Romolo
- Santa Maria Antiqua con l’Oratorio dei Quaranta Martiri e alla rampa di Domiziano
- Domus Transitoria

Per chi è già in possesso del biglietto ordinario Colosseo-Foro Romano-Palatino è possibile acquistare on site un biglietto SUPER che consentirà l’accesso ai suddetti siti contingentati.
Intero € 6,00
Ridotto € 2,00

Giovani di età compresa tra i 18 e i 25 anni della comunità europea

Modalità di partecipazione: Prenotazione consigliata

Descrizione

Venne costruita sui resti di alcuni edifici risalenti alla seconda metà del I secolo, ma la trasformazione in chiesa è con tutta probabilità dell’epoca di Giustino II (567-578). Nel corso dei secoli fu più volte restaurata. Nell’847, forse a causa di un terremoto, la chiesa fu abbandonata ma non dimenticata. Nel XIII secolo dalle sue ceneri sorse la chiesa di S. Maria Liberatrice dove secondo la leggenda Silvestro I sconfisse un drago. Il ripristino dell’antica S. Maria e la conseguente demolizione della chiesa più recente fu deciso agli inizi del XX secolo. L’interno è a tre navate con piccole cappelle in fondo alle navate minori. Interessanti le due nicchie che si possono ammirare ai lati dell’ingresso risalenti probabilmente a prima del crollo del IX secolo.

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici

Convenzionato con

Accoglienza › Servizi › Servizi turistici
Data di ultima verifica: 25/03/19 17:10