060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Luoghi di culto di interesse storico-artistico » Chiese cattoliche » Chiesa SS. Trinità dei Monti
Tipologia: Chiesa non parrocchiale

Indirizzo

Indirizzo: Piazza della Trinità dei Monti
Zona: Rione Campo Marzio (P.Spagna-P.Popolo-Pincio) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: +39 06 6794179

Orario

Apertura della chiesa
Dal Martedì al Giovedì : 10:15 – 20:00
Venerdì : 12:00 – 21:00
Sabato : 09:15 – 21:00
Domenica : 09:00 – 20:00

 

Sante Messe
Martedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì in francese : 18:30
Mercoledi in italiano: 18:30
Sabato in francese : 12:00
Domenica: In francese : 9:30 In italiano : 11:00

 

La chiesa della Trinità dei Monti è chiusa tutti lunedì 
Durante le funzioni non è possibile visitare la chiesa.
Gli orari possono subire cambiamenti. Si suggerisce di verificare contattando la chiesa.

Eventi in programma

Descrizione

La prima parte della chiesa di Trinità dei Monti fu costruita tra il 1502 e il 1519 in stile gotico; la parte più antica, coperta da volte a crociera ogivali, è delimitata da una cancellata bronzea.

Alla navata gotica, verso la metà del XVI secolo fu aggiunto un nuovo corpo di fabbrica, coperto da volta a botte, chiuso da una facciata ornata da due campanili simmetrici, opera di Giacomo della Porta e Carlo Maderno. La chiesa fu consacrata nel 1585 da papa Sisto V. In una delle prime cappelle Daniele da Volterra lasciò nel 1541 un celebre ciclo di affreschi, tra cui la bellissima Deposizione, unanimemente considerata uno dei vertici del Manierismo.

L’ottava cappella a destra (cappella Massimo) conserva invece un bellissimo ciclo di affreschi di Perin del Vaga (Storie dell’Antico e del Nuovo Testamento; 1537), completato tra il 1563 e il 1589 da Taddeo e Federico Zuccari. Il Battesimo di Cristo e gli affreschi della Cappella di San Giovanni Battista sono di Giovanni Battista Naldini (1580). In origine la chiesa conservava anche una pala di Jean-Auguste-Dominique Ingres.

Davanti alla chiesa, verso la fine del XVIII secolo, papa Pio VI fece innalzare dall’architetto Antinori l’Obelisco Sallustiano, il penultimo dei grandi obelischi innalzati nella Roma papale, realizzato in epoca romana imperiale ad imitazione degli obelischi egiziani.

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici

Per saperne di più

Cultura e svago › Itinerari
Cultura e svago › Itinerari
Data di ultima verifica: 22/10/18 11:36