060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Luoghi di culto di interesse storico-artistico » Chiese cattoliche » Chiesa Santa Maria Maddalena in Campo Marzio
Tipologia: Chiesa non parrocchiale

Indirizzo

Indirizzo: Piazza della Maddalena, 53
Zona: Rione S. Eustachio (Senato-Corso Rinascimento) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: +39 06 899281
Fax: +39 06 89928133

Orario

Orario apertura chiesa:
Feriale ore 08.00 - 12.00; 17.00 - 20.00
Prefestivo ore 10.00 - 12.00; 17.00 - 20.00
Domenica e festivi ore 08.00 - 12.00 / 17.00 - 20.00
Durante le celebrazioni non è consentito visitare la Chiesa.
Per gli orari delle SS. Messe telefonare alla Chiesa
Gli orari possono subire cambiamenti. Si suggerisce di verificare contattando la chiesa.
All'interno della chiesa è possibile visitare la sagrestia tardo-barocca e il cubiculum in cui è custodito il cuore di San Camillo del Lellis

Descrizione

L'origine della chiesa è anteriore alla prima metà dell'VIII secolo. Presso questa, si dice che fecero sosta alcune monache basiliane profughe da Costantinopoli che portavano con loro il corpo di San Gregorio Nazianzeno e molte reliquie di martiri. La chiesa orientale cattolica è, probabilmente per questo motivo, di rito antiocheno e fu annessa ad un monastero di benedettine fondato intorno al 750 da papa Zaccaria. Costruita per opera di Giacomo della Porta, Carlo Maderno e Francesco Paparelli, fu trasformata nel 1668-1685, secondo il gusto del tempo, da Giovanni Antonio de Rossi, autore della decorazione architettonica dell'atrio e del cortile antistante, reso illusionisticamente più ampio. Ha una pianta quadrata a croce greca ed una cupola ellittica senza tamburo. La particolarità della chiesa sono le numerose cappelle tutte riccamente decorate. Sopra l'altare c'è il dipinto di una Madonna del XII secolo da cui prende il nome la chiesa.

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Musei
Data di ultima verifica: 24/10/18 13:55