060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Musei » Gallerie Nazionali di Arte Antica - Palazzo Barberini
Tipologia: Museo statale, Museo storico-artistico

Indirizzo

Indirizzo: Via delle Quattro Fontane, 13
Zona: Rione Trevi (Quirinale-Tritone-Barberini) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Orario

Dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso ore 17.00)
Chiuso lunedì, 25 Dicembre, 1° Gennaio

N.b. Nei fine settimana e nei giorni festivi è richiesta la > prenotazione obbligatoria

Per aggiornamentie e modalità di visita consultare il > sito ufficiale.

Informazioni

€ 12,00 intero Palazzo Barberini + Galleria Corsini
€ 2,00 ridotto Palazzo Barberini + Galleria Corsini (cittadini dell’Unione Europea tra i 18 e i 25 anni)
Biglietti validi 20 giorni dal momento della timbratura
Gratuito (Minori di 18 anni, scolaresche e insegnanti accompagnatori dell’Unione Europea (previa prenotazione), - studenti e docenti di Architettura, Lettere (indirizzo archeologico o storico-artistico), Conservazione dei Beni Culturali e Scienze della Formazione, Accademie di Belle Arti, dipendenti del Ministero della Cultura, membri ICOM, guide e interpreti turistici in servizio, giornalisti con tesserino dell’ordine, portatori di handicap con accompagnatore; personale docente della scuola, di ruolo o con contratto a termine, dietro esibizione di idonea attestazione sul modello predisposto dal Miur.
- Cittadini italiani residenti all’estero iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE) a musei, aree e parchi archeologici gestiti dallo Stato, a seguito di esibizione di idoneo documento comprovante l’iscrizione all’AIRE.

> Biglietti 
> Agevolazioni 
> Acquisto online 

Convenzionato con

Roma Pass
Cosa offre:

Roma Pass: biglietto gratuito se uno dei primi due ingressi/ridotto dal terzo ingresso in poi.

Alcune mostre a tariffazione separata potrebbero non essere incluse.
Controllare sempre nella relativa scheda evento in corso in > programma eventi e mostre

Eventi di oggi

Eventi in programma

Descrizione

Il museo, che occupa quasi interamente il primo piano del palazzo, raccoglie opere di grandi maestri della pittura italiana e straniera, dal XIII al XVIII secolo, fra cui Raffaello e Caravaggio. Il secondo piano ospita una raccolta di dipinti del settecento.

I Barberini avevano già cominciato ad alienare le loro collezioni nel Settecento con le vendite dell'ultima discendente, Cornelia Costanza, sposata a Giulio Cesare Colonna di Sciarra. Le liti ereditarie dei figli che si dovettero dividere le primogeniture Colonna e Barberini, portarono ad una divisione delle collezioni fra i due rami della famiglia, con un accordo stipulato a Parigi nel 1811.

Solo nel 1934 si arrivò alla definitiva dispersione delle collezioni, con l'avallo dello Stato, che, con una specifica legge, permise la vendita delle opere fidecommissarie in cambio di un piccolo nucleo in proprietà, rinunciando alla tutela di una delle più importanti collezioni fidecommissarie romane.

Nel 1984 si arrivò ad una migliore definizione dell'ordinamento riportandolo nella sua sede storica originaria la collezione Corsini, e portando tutte le opere di provenienza da acquisti o da collezioni prive della loro sede storica nel palazzo Barberini. L'intento era di creare in questa sede, quando fosse stato possibile, una Galleria Nazionale nel vero senso del termine, ordinata cronologicamente ma con la possibilità di inserire nel percorso acquisti e integrazioni, differente quindi come concezione dalla struttura definita dalle collezioni storiche del panorama romano, viceversa di impianto molto più vicino ai grandi musei stranieri e dotata come questi di tutti i più moderni servizi.

Nel complesso la collezione è ricchissima di capolavori, soprattutto dei secoli XVI e XVII. Non è rappresentato in modo completo il secolo XV, dove però spicca il fondamentale dipinto di Filippo Lippi con la Madonna in trono con Bambino, datato 1437, in deposito da Corneto Tarquinia. Più consistenti le collezioni del XVI secolo, fra le quali spicca per notorietà la Fornarina di Raffaello, oltre a dipinti di Andrea del Sarto, del Beccafumi, del Sodoma, del Bronzino, ad opere del Lotto, del Tintoretto, di Tiziano ed El Greco, fino ad opere bolognesi, per arrivare alla fine del secolo con la splendida Giuditta che taglia la testa ad Oloferne del Caravaggio e al grande Seicento con opere di Reni, Domenichino, Guercino, Lanfranco, Bernini, Poussin, Pietro da Cortona, Gaulli, Maratta.

Molto ben rappresentata è anche la pittura del Settecento. Si articola in nuclei per scuole che danno un panorama completo e molto omogeneo per qualità, della pittura italiana del periodo, con in più un raro nucleo di dipinti francesi del Settecento.

Ala Sud: allestimento dei capolavori del Settecento
Da aprile 2019 le Gallerie Nazionali di Arte Antica – Palazzo Barberini sono aperte al pubblico con il nuovo allestimento dei capolavori del Settecento  nell’Ala sud del piano nobile del Palazzo: 10 sale riallestite e definitivamente reintegrate nel percorso di visita con 78 opere per lo più dedicate alla collezione settecentesca delle Gallerie, con i ritratti, le vedute, i pittori del Grand Tour e i dipinti della donazione Lemme.

Ala nord: 10 sale con le opere dal tardo Cinquecento al Seicento
Dal 13 dicembre 2019 sono aperte al pubblico le sale dell'ala nord del piano nobile di Palazzo Barberini, completamente restaurate e con un nuovo percorso espositivo, organizzato secondo un ordine cronologico e geografico, dal tardo Cinquecento al Seicento.

Nuovo spazio delle Gallerie al piano terra del museo
Dal 15 maggio 2021 un nuovo spazio delle Gallerie al piano terra del museo, composto da otto nuove sale, per un totale di 750 mq completamente restaurati e rinnovati.

Progetto Regina Apium
Da giovedì 3 giugno 2021, le api prendono casa a Palazzo Barberini, grazie al, nato da un’idea della Delegazione del FAI di Roma che ha visto il sostegno del I Municipio di Roma Capitale.
Il Progetto Regina Apium, con il supporto degli apicoltori dell’Abbazia di San Paolo fuori le Mura – dove è stata intrapresa l’attività apiaria tre anni fa –  prevede il posizionamento di una serie di arnie in alcuni luoghi simbolici e dall’importante valenza storico-culturale della città per il ripopolamento e la salvaguardia di nuove colonie create a protezione della biodiversità.
E i giardini di Palazzo Barberini – luogo emblematico per le insegne araldiche con le tre api, simbolo della potenza della famiglia – sono stati selezionati per ospitare due arnie messe a disposizione dal Municipio I in cui prolificheranno le colonie di Apis mellifera ligustica, una specie molto mansueta e tipica delle regioni del centro Italia.
Gli apicoltori dell’Abbazia di San Paolo provvedono alla cura e alla fornitura degli sciami, mentre, grazie alla collaborazione della Federazione Apicoltori Italiani, è possibile estrapolare dati ambientali utili sulla salubrità dell’aria grazie a un costante monitoraggio degli insetti, della loro salute e dei loro prodotti, come la cera e il miele.
Dopo l’insediamento delle api nei giardini di Palazzo Barberini, una serie di visite a cura della Delegazione FAI di Roma volte a sensibilizzare il pubblico sul ruolo fondamentale svolto dagli impollinatori in qualsiasi ecosistema, compresi quelli che si sviluppano in ambienti urbani e antropizzati.

Nuovo allestimento delle sale del Cinquecento
Da venerdì 8 ottobre 2021 le Gallerie Nazionali di Arte Antica, nell’Ala Nord del piano nobile di Palazzo Barberini, riaprono le porte delle sale del Cinquecento, completamente rinnovate e riallestite. > Tutti i dettagli

Attività didattiche

Servizi

» Accessibile ai disabili

Vedi anche

Cultura e svago › Istituzioni culturali › Biblioteche
Cultura e svago › Beni culturali › Musei
Cultura e svago › Beni culturali › Beni archeologici
Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici

Per saperne di più

Cultura e svago › Beni culturali › Musei
Data di ultima verifica: 27/10/21 13:31