060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Sei in: Home » Cultura e svago » Beni culturali » Musei » Galleria Spada
Tipologia: Museo statale, Museo storico-artistico

Indirizzo

Indirizzo: Piazza Capo di Ferro, 13
Zona: Rione Regola (Campo de' Fiori-Piazza Farnese) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Telefono: 06 6832409
Email: prenotazioni per gruppipalazzospada@gebart.it
Prenotazione telefonica: 06 32810 attivo dal lun. al ven. ore 9.30-18.00

Orario

dal lunedì alla domenica dalle 8.30 - 19.30 (ultimo ingresso ore 19.00)
martedì chiuso

Informazioni

> Info biglietti
> Acquisto online
> Agevolazioni 
> Accessibilità


Visitatori singoli
Nessun obbligo di prenotazione

Gruppi
NON ammessi il sabato e la domenica
Prenotazione obbligatoria durante la settimana per gruppi di max 12 persone + 1 guida con mail a: palazzospada@gebart.it oppure telefonicamente al tel. 06.68 32 409

Prenotazioni prepagate sia di singoli che di gruppi possono essere fatte al > sito o telefonicamente altel. 06 32810 (attivo dal lun. al ven. ore 9.30-18.00)

Convenzionato con

Roma Pass

Descrizione

Collocata all'interno di uno dei palazzi rinascimentali più belli di Roma, il cinquecentesco Palazzo Capodiferro, la Galleria Spada ospita nelle sue quattro sale una celebre collezione di pittura barocca, creata nel corso del Seicento dai cardinali Bernardino (1594 -1661) e Fabrizio Spada (1643 - 1717).
La finezza della raccolta, che ancora si presenta come in una quadreria del XVII secolo, conferisce a questo luogo un fascino unico, accentuato da una caratteristica dimensione "minore" e riservata. In ambienti riccamente decorati e ancora arredati con importanti esempi di mobilio barocco, nella Galleria si ammirano capolavori di Guido Reni e Guercino, Orazio e Artemisia Gentileschi, Tiziano, Parmigianino e Jan Brueghel, oltre ad una preziosa selezione dei protagonisti internazionali della pittura caravaggesca, come Valentin de Boulogne, Trophime Bigot, Pieter Van Laer ed Hendrick Van Somer.
Alla conclusione del percorso museale del primo piano, si visita il Giardino Segreto, che conserva il più spettacolare artificio barocco di Roma, la Colonnata (o Prospettiva) illusionistica realizzata nel 1653 da Francesco Borromini per il cardinal Bernardino Spada. Raffinato monito morale a chi troppo si fida delle apparenze del mondo, la Colonnata trae in inganno lo spettatore per le sue dimensioni in realtà molto diverse da come sono percepite dall'occhio, essendo l'abile prodotto di calcoli matematici e prospettici.

Parole chiave

Attività didattiche

Gli altri musei del sistema

Cultura e svago › Beni culturali › Musei

Per saperne di più

Cultura e svago › Beni culturali › Musei
Cultura e svago › Beni culturali › Musei

Vedi anche

Cultura e svago › Beni culturali › Beni architettonici e storici
Data di ultima verifica: 14/10/21 12:56