060608


Roma Capitale
Zètema Progetto Cultura
060608 - Scopri e acquista i servizi turistici, l'offerta culturale e gli spettacoli di Roma
Tipologia: Statue

Indirizzo

Indirizzo: Piazza di Pasquino
Zona: Rione Parione (Navona-Campo de' Fiori) (Roma centro)
Atac
Inserire l'indirizzo di partenza

Contatti

Eventi di oggi

Botteghiamo (Manifestazioni) a partire da 08/06/15

Descrizione

Il cosiddetto Pasquino, una delle statue parlanti, è un gruppo statuario mutilo rappresentante Menelao che sorregge il corpo inerte di Patroclo, copia da un originale bronzeo noto in varie repliche (copia completa a Firenze nella Loggia dei Lanzi), forse attribuibile allo scultore pergameno Antigonos (240-230 a.C.), già identificato in passato come Ercole in lotta con i Centaurio come Aiace con il corpo di Achille. Il gruppo che presumibilmente faceva parte della decorazione scultorea dello Stadio di Domiziano, fu rinvenuto in piazza Navona presso l'angolo con via della Cuccagna durante i lavori di pavimentazione della zona e collocato nel1501 dal Card. Oliviero Carafa nell'antica piazza di Parione, che poi prese il nome dal Pasquino, all'angolo di Palazzo Orsini, poi Braschi. Varie sono le ipotesi relative al nome Mastro Pasquino identificato vuoi con un oste o un barbiere o un sarto o un maestro di scuola della zona. Giudicata opera di grande pregio fu ammirata da Michelangelo e più tardi dal Bernini che da essa trasse ispirazione per le sue sculture quali il Moro e l'Abacuc. In occasione della festa di S. Marco (25 aprile) la statua veniva abbigliata come una divinità (Venere o Giano o Apollo) e su di essa venivano affissi epigrammi nel corso di certami accademici che si tenevano nella piazza. Il piedisallo della statua fu da sempre usato per affigervi cartelli dove il popolo esprimeva in versi o in prosa il proprio malcontento (le cosiddette pasquinate).

Parole chiave

Data di ultima verifica: 25/10/16 12:48